Un matrimonio terribilmente bello

Un matrimonio terribilmente bello

Secondo il capo del team di ricerca, il professor James McNulty, il test ci dirà molto meglio sui sentimenti reciproci delle persone rispetto alle parole che si dicono. Il lavoro di compilazione del «test della felicità» è stato condotto per quattro anni. Durante questo periodo, 135 coppie che avevano appena legalizzato la loro relazione hanno risposto alle due domande principali del test. Lo scopo della prima era quello di scoprire l’atteggiamento dei coniugi l’uno verso l’altro, e prima di rispondere la seconda persona per una frazione di secondo ha mostrato una foto della sua anima gemella, e poi ha chiesto di valutare rapidamente e rispondere quale colorazione hanno parole come «terribile», «bello», «cattivo», «buono» e così via.

Matrimonio: è quello che io chiamo la volontà di due di crearne uno, più grande di chi l’ha creato. Il matrimonio è un rispetto e un onore reciproco di questa volontà.

Friedrich Nietzsche

La prima fase del test in entrambi i casi ha rivelato solo i sentimenti più caldi degli sposi, ma quando l’esperimento è stato ripetuto, c’erano già coppie che sperimentavano difficoltà nella vita familiare. Secondo i ricercatori, il test permette di determinare la tendenza in base alla quale si svilupperà l’uno o l’altro matrimonio.

sciencemag.org