Trucco per un vero uomo

Trucco per un vero uomo

Da quando ho iniziato a condurre un programma televisivo, ho avuto l’opportunità unica di assistere alle trasformazioni che i miei ospiti subiscono mentre si recano in studio. La prova più difficile per alcuni di loro non è stata la trasmissione in sé, ma il processo di trucco. Il teatro inizia con la gruccia. La trasmissione inizia con il trucco.

Il make-up è un modo per modellare un volto pubblico, un modo per nascondere i difetti, esaltare i punti di forza o… viceversa. Lo stress deriva dal fatto che il viso viene truccato da un’estranea, la make-up artist Vika. E questo disarma completamente l’ospite. Un make-up artist non deve conoscere il volto di tutti. È lui stesso a creare il volto. E insieme al viso, crea la vostra età, il vostro status, il vostro umore, la vostra intelligenza, il vostro fascino. Fa di voi tutto. Ti fa sentire come se non fossi niente.

Con il viso aperto davanti allo specchio, ci sentiamo nudi e vulnerabili. Al truccatore interessano solo le imperfezioni della pelle e del viso. Le sopracciglia non sono state spuntate, le unghie non sono state lucidate, il viso non è mai stato pulito, i denti è meglio che non siano esposti. Non c’è possibilità di obiettare o almeno di gracchiare a malincuore. «Silenzio!», «Apri bene la bocca!», «Chiudi gli occhi!». Poi uso spugne e pennelli come un panno su un pavimento sporco.

La mia scoperta principale è che gli uomini vivono le procedure di trucco in modo diverso dalle donne. Gli occhi dell’ospite si velano e i capelli sulla nuca si rizzano. La calma di cinque minuti prima, il volto di un uomo intelligente acquista l’espressione di un tempestoso Otello. L’uomo prova un’eccitazione incredibile anche per lui… E poi, molto tempo dopo il programma, saluta la truccatrice Vika. È una vera star del programma. Una dea.

Si dice che Savik Shuster abbia lasciato la moglie italiana e i tre figli per sposare la sua truccatrice russa. Quando lasciate che i mariti di status vadano in onda, siate vigili e prudenti. In alcune situazioni, il cervello degli uomini fallisce, anche se hanno un cervello.

Per fare colpo su un uomo intelligente, istruito, colto e molto pubblicato, basta imparare l’arte del trucco. Vale la pena sprecare anni per ottenere lauree, difendere tesi di laurea e padroneggiare l’arte della conversazione intellettuale? Scimmia del lavoro.

Al culmine, la truccatrice Vika entrerà in scena e in pochi secondi farà il lavaggio del cervello a chiunque senza dire una parola! Allo stesso modo, la hostess passerà accanto al cacciatore-oligarca addormentato, dimenando i fianchi come ha appena visto in sogno, e — ecco! Abramovich, e non ha saputo resistere.

Il mio ultimo amore è il romanziere e drammaturgo Alexei Slapovsky. Contrariamente alle previsioni, si è addormentato sulla sedia del truccatore. «È bello — come nell’infanzia, quando la nonna ti accarezza la schiena!». Ci sono ancora uomini nel Paese — robusti e adeguati. Prima pensavo che fosse estremamente dotato, ora è eccezionale.

In breve: quando ci affanniamo nei centri fitness, nei negozi di make-up, nei saloni e nelle spa, non ci rendiamo conto che a un uomo non interessa il vostro aspetto. A lui interessa il suo aspetto. Gli uomini sono più propensi delle donne a chiedere prima di andare in onda come vestirsi. È più probabile che guardino la telecamera come uno specchio. È più probabile che si sistemino i capelli durante l’inquadratura. Quando vanno in onda, usano il profumo! E il modo in cui scarabocchiano e si truccano!

Questa è la rivelazione degli ultimi sei mesi che mi affretto a condividere con chi ancora spera in qualcosa e aspetta un grande amore. Smettete di leggere manuali di stronzologia! Non sprecate il vostro tempo e i vostri soldi con le riviste glamour. Prestate attenzione all’uomo. A quanto pare, è una rarità di cui non può fare a meno di innamorarsi.

Mi piace molto la truccatrice Vika. Incornicia i più orgogliosi prima della messa in onda. A cominciare da me stesso.