Ti amo per… Come trovare un partner con l’olfatto

Ti amo per... Come trovare un partner con l'olfatto

Si dice: «Mi sono innamorato a prima vista!», «Lei è passata e ho capito che era destino!», «Appena ci siamo incontrati, ho capito che era amore!». Che cosa ci attrae di una persona in quel momento? L’aspetto? Il carisma? La voce? I vestiti? I gesti? I profumieri sono sicuri: è l’odore! Lo sentiamo fin dai primi momenti e subito, a livello chimico, ci segnala: ecco il partner IDEALE.

Tutto ciò che facciamo nella vita, lo facciamo con l’olfatto. Seguiamo sempre l’odore! Tutti lo capiscono molto bene: faremo sempre di più per una persona che ci piace che per una persona che non ci interessa. E l’odore è uno dei fattori determinanti: una persona può avere un bell’aspetto, essere ben vestita, ma emanare comunque puzza. Si possono perdonare collant strappati, mascara che cola, capelli spettinati, ma un odore sgradevole è difficile da perdonare e dimenticare.

RIFERIMENTO

Zhanna GLADKOVA è una profumiera, presidente della giuria del FiFi Russian Fragrance Awards, creatrice di fragranze esclusive per attori famosi, politici e uomini d’affari.

Se vi presentate a una società sconosciuta, il vostro profumo è il vostro biglietto da visita: sarà il vostro gradimento o meno a determinarlo. Naturalmente sono coinvolti anche l’intelletto e la personalità, ma nella prima fase l’odore è un «richiamo» più potente di qualsiasi immagine visiva.

Ci sono momenti in cui una persona sembra normale, ma si fugge da lei, non volendo comunicare. Non si sa perché. Forse è l’odore. Il centro olfattivo vi dice che c’è qualcosa che non va in questa persona. Dopotutto, il nostro odore è composto da molti fattori, da ciò che mangiamo, alle medicine che beviamo. Ma se si sceglie il profumo giusto che enfatizza i propri punti di forza, che rivela la propria natura, si può cambiare molto. E la persona da cui volevate scappare può trasformarsi in una fonte di dialogo piacevole. Con l’aiuto della profumeria potete esaltare la bellezza della vostra immagine. E servire. La fragranza scelta accuratamente piacerà a tutti. Per l’immagine di un uomo moderno è un’alta percentuale di successo.

Tutto questo è facilmente spiegabile con l’aiuto della biochimica. Sul nostro corpo sono presenti ghiandole sudoripare apocrine, che si trovano nelle cosiddette zone erogene. Una di queste è il naso. Molte tribù non si baciano, ma si strofinano il naso. Poi ci sono i punti intorno alla bocca. Perché il bacio precede il rapporto sessuale? Se non vi piace baciare, non è perché non sapete baciare. È perché i seni vomeronasali, che si trovano nei seni paranasali, vi dicono che questa non è la vostra persona. Perché le prostitute non baciano? Per loro non è amore, è lavoro! Che vi piaccia o no, ma dovete farlo… Poi ci sono i seni inguinali e ascellari.

FORMAZIONE A TUTTO SPIANO

Uno studio pubblicato di recente dal Monell Chemical Senses Centre di Philadelphia ha scoperto che inconsapevolmente determiniamo il contenuto di grassi degli alimenti in base al loro odore. Da un punto di vista evolutivo, il grasso è molto importante per la sopravvivenza. Per testare la capacità di riconoscimento, gli scienziati hanno chiesto ai partecipanti di annusare il latte con un diverso contenuto di grassi: 0,125%, 1,4% e 2,7%. I partecipanti sono stati bendati e gli è stata data una delle tre provette di latte da annusare, con due provette contenenti latte con un determinato contenuto di grassi e la terza contenente latte con un diverso contenuto di grassi. Agli sperimentatori è stato chiesto di identificare quale latte fosse diverso dagli altri due.

L’esperimento è stato condotto tre volte, sia negli Stati Uniti che in Olanda (dove il consumo di latte è molto più elevato). Sono state invitate a partecipare persone di peso normale e obese. Non contavano né le differenze culturali né quelle di peso: tutti i soggetti erano altamente in grado di distinguere il latte in base al suo contenuto di grassi.

Questo spiega perché i cibi grassi ci piacciono di più di quelli magri. Ne distinguiamo inconsciamente l’odore e ci sembra piacevole.

Boesveldt S., Lundstr?m J. N. Detecting fat content of food from a distance: Olfactory-based fat discrimination in humans // PLoS ONE. 2014. 9 (1).

Le ghiandole apocrine producono sudore, che contiene due tipi di steroidi: androstenone e androstenolo. Questi iniziano a essere prodotti durante la pubertà. Ecco perché gli adolescenti hanno un odore così intenso.

I maschi hanno più androstenone, le femmine più androstenolo. Il rapporto tra gli attrattori è diverso per tutti. E questa combinazione è molto importante. Il muschio e l’ambra grigia sono utilizzati nelle composizioni di profumi. Il muschio ha un effetto simile all’androstenolo e l’ambra grigia è simile all’androstenone. Se si applica una fragranza in cui la propria combinazione personale corrisponde alla proporzione di muschio e ambra grigia, la sensualità e la bellezza vengono immediatamente esaltate. E qualsiasi avversione scompare. Ma se avete scelto una fragranza in modo errato, ad esempio se vi ha interessato solo sotto l’influenza di fattori esterni (è di moda o vi è stata regalata), otterrete una combinazione imprecisa e vi «vendicherete» per questo sia dalle persone che vi circondano che dal vostro stesso cervello.

In primo luogo, quando si è scelto con successo un profumo, il centro olfattivo del cervello lo analizza e dice: «Va bene, ci sta bene» e si spegne. Ecco perché non notiamo su di noi una fragranza scelta correttamente. Se lo sentiamo, significa che il centro olfattivo è sempre acceso. E di conseguenza possiamo avere mal di testa, allergie e quant’altro.

AFFARI PULITI

Qualsiasi fragranza deve essere applicata sulla pelle pulita e asciutta. Il fatto è che quando una persona suda, il numero di microrganismi sulla pelle aumenta. E dopo mezz’ora non sentiamo la fragranza del profumo in sé, ma la sua miscela con i prodotti di questi microrganismi.

LA NOSTRA PSICOLOGIA: Come identificare il partner sessuale ideale attraverso l’olfatto?

J.G.: Esiste un partner ideale?

Ecco un uomo che cammina per strada, ha, condizionatamente, il sessanta per cento di androstenone e il quaranta per cento di androstenolo. Se vede una donna con la combinazione opposta, prova un’attrazione piuttosto forte. Perché la natura implica che con una donna del genere dovrebbe avere una «buona» prole. La natura persegue solo una cosa, facendoci avvicinare tra di noi…..

Supponiamo che inizino a vivere insieme. E qui vivono, godendosi l’un l’altro — e improvvisamente il background ormonale della donna (più spesso una donna, perché le donne sono più emotive) cambia. Cambia in modo tale che la sua combinazione di androstenone e androstenolo ora non corrisponde a quella dell’uomo. Lei comincia ad accusarlo di maleducazione, incostanza, freddezza, ma in realtà lui non la vuole più. O lei non vuole lui. Perché la combinazione perfetta che li aveva fatti incontrare non esiste più.

Se con il tempo vi abituate semplicemente all’odore del vostro partner, allora il vostro centro olfattivo vi sta dicendo che la relazione ha superato il suo apice. Non si sta rompendo, si è solo raggiunto un plateau. Ci sono persone emotive che non riescono a sopportarlo e iniziano ad agitarsi — soprattutto gli uomini — cercando, cercando… Non capiscono una cosa: ogni relazione raggiunge questo plateau. Un uomo non può essere sempre in tensione sessuale.

Ed è a questo che serve l’istituzione del matrimonio. Perché se si hanno dei figli, bisogna crescerli. E qui diventa importante il rispetto, l’interesse reciproco.

Ma supponiamo che ci sia una spiacevole discordia e che si voglia neutralizzarla. In questo momento potete usare fragranze con molto muschio e ambra. Queste sostanze, simili ai nostri attrattori sessuali, aprono i seni vomeronasali e li «riconfigurano».

NP: È la stessa cosa dei profumi ai feromoni o degli afrodisiaci?

J.G.: Gli afrodisiaci sono oli essenziali di piante che provocano piacevoli sensazioni di attrazione. Tutti gli oli essenziali utilizzati in profumeria sono afrodisiaci. Perché l’uomo per le materie prime della profumeria ha scelto solo ciò che gli piaceva dal mondo aromatico circostante. Inoltre, ho già detto che tutte le composizioni di profumi includono muschio e ambra grigia, che sono analoghi degli attrattori sessuali, cioè proprio i feromoni.

Feromoni e afrodisiaci

I feromoni sono prodotti dagli animali e si dividono in attrattivi e repellenti (attractants e repellents). Il muschio e l’ambra grigia sono originariamente di origine animale. Gli afrodisiaci, invece, derivano dalle piante.

NP: Aspetta, cosa significa: qualsiasi profumo può aumentare la libido?

J.G.: Sì, se sono selezionati correttamente. Proprio nel caso della passione raffreddata, consiglierei profumi con un contenuto maggiore di muschio e ambra.

Per quanto riguarda i profumi con feromoni, sono convinto che si tratti di una mossa di marketing. Nessuno aggiunge nulla, tutto è nella composizione del profumo. La sintesi degli analoghi steroidei degli attrattori sessuali è un processo chimico complesso. Vengono sintetizzati per la ricerca di laboratorio e non vengono certo utilizzati in profumeria.

Per le occasioni in cui si vuole aggiungere sensualità, rinfrescare il rapporto e aumentare l’attrazione, si possono usare booster, o enhancer, profumi a base di muschio e ambra grigia con alcuni afrodisiaci. Eccone uno che funziona.

La profumeria è estremamente diffusa al giorno d’oggi, ma poche persone sanno come scegliere le fragranze. Per esempio, oggi le donne usano molto spesso profumi con dominanza di patchouli. L’amore per questa fragranza riflette un alto livello di sessualità. Ma una sessualità non rivelata. In questo caso, è necessario riflettere e trarre delle conclusioni. Non limitatevi a fare baldoria con le fragranze al patchouli, ma usate più spesso l’alito sexy del muschio e aumentate l’attrattiva.

Negli uomini, a loro volta, l’acutezza delle sensazioni si perde a causa della completa apertura della parte più intima. A proposito, l’impotenza maschile può essere curata inalando il muschio (l’odore di donna) dalla propria pelle, aprendo così i seni vomeronasali.

SENTIRE IL PROPRIO PROFUMO

Alcune donne affermano di essersi sentite attratte dal proprio uomo quando hanno sentito il suo odore. E confermano che, anche dopo molti anni di matrimonio, questo odore continua a eccitarle. Di solito si cerca di spiegarlo con l’azione dei feromoni. Tuttavia, la scienza non sa ancora come funzionano o se funzionano del tutto. Ma ora sappiamo cosa funziona di sicuro.

Klaus Wedekind, biologo dell’Università di Losanna in Svizzera, ha condotto un esperimento chiedendo a 44 uomini di indossare canottiere senza toglierle per due giorni. Agli uomini sono stati somministrati prodotti per l’igiene inodore per non mascherare il loro odore naturale. Le magliette sono state poi date a un gruppo di 49 donne perché le annusassero. Si è scoperto che l’odore era tanto più gradito quanto più i sistemi immunitari degli uomini e delle donne erano diversi! Le differenze sono state determinate dal sistema genetico di compatibilità dei tessuti umani. Questo sistema è una scoperta relativamente recente, premiata con il Nobel.

Christina Garver-Appar dell’Università del New Mexico ha studiato il comportamento delle coppie in base a questo sistema di compatibilità. È emerso che più questi sistemi sono simili tra i coniugi, minore è l’attrazione sessuale della moglie verso il marito. È stata trovata una correlazione diretta tra la somiglianza del sistema immunitario e la probabilità di adulterio: così, se il 70% dei geni sono simili — la probabilità di fare sesso da parte è pari al 70%, e al 5% di somiglianza — la probabilità di adulterio è solo del 5%.

Come si vede, l’olfatto è coinvolto molto attivamente nel processo di selezione del partner. Sapendo questo, possiamo, senza trascurare gli istinti evolutivi, essere più attenti a noi stessi e capire cosa l’olfatto sta cercando di dirci.

NP: Allora, cosa viene prima: l’olfatto o l’amore?

J.G.: È interessante notare che l’olfatto e le altre emozioni sono inestricabilmente legati a livello fisiologico. Le principali strutture cerebrali responsabili delle emozioni e delle motivazioni sono centrate nel sistema limbico. Nel corso dell’evoluzione, il sistema limbico si è sviluppato a partire dalle strutture olfattive e comprende il cosiddetto lobo olfattivo. È la sezione più antica e periferica del sistema limbico. Pertanto, è difficile stabilire una priorità tra la sfera olfattiva e quella emotiva.

Quando sviluppiamo le nostre emozioni, miglioriamo contemporaneamente il nostro olfatto e viceversa. Cominciamo a percepire il mondo a un livello più profondo. Quando pronunciamo le frasi «Non lo sopporto!» o «Non lo voglio qui!» colleghiamo emozione, persona e odore.

I profumi hanno un effetto potente su di noi: colorano le nostre emozioni. Ricordate, quando avete il naso che cola e non sentite gli odori, vi sembra che i colori della vita siano sbiaditi. Ma non appena l’olfatto torna a funzionare, il più semplice aroma di caffè ci delizia!

L’olfatto ci dà il gusto e il profumo della vita.