Sesso senza modelli

Sesso senza modelli

Se siete perplessi alla domanda «Che cos’è il sesso estremo?» e avete deciso di chiedere informazioni a «Yandex», rischiate di imparare molte cose… inutili. Gli autori degli articoli delle riviste glamour non sono avari di stereotipi salutari e inventano classificazioni di tipo scientifico di questo stesso sesso — in base al luogo di svolgimento, al grado di rischio per la vita, la salute o la reputazione degli «estremisti del sesso»… E cosa ne pensano gli esperti-sessuologi?

Il nostro esperto di relazioni intime, il dottore in scienze mediche Lev Shcheglov, ha subito messo un punto fermo sulle questioni terminologiche: «Il sesso estremo — è una storia piuttosto inverosimile e glamour. Tuttavia, se viene inteso come un allontanamento dagli schemi, allora ha senso».

Tradizionale come banale?

I contatti sessuali in una coppia che sta insieme da molto tempo diventano certamente monotoni, formulari e stereotipati, non c’è modo di evitarlo. E rivitalizzare ciò che un tempo era brillante e che è diventato piuttosto noioso è logico. Due persone hanno deciso di vivere la loro vita insieme e ora sono sedute a guardare il televisore per la centesima sera. E all’improvviso qualcuno dice: «Beh, diamine, andiamo a fare una passeggiata, o inforchiamo le biciclette che non usiamo da vent’anni, o andiamo al parco, stendiamo un giornale, facciamo un picnic…». — queste sono cose naturali.

Secondo il dottor Shcheglov, le nuove tendenze che sono diventate una sorta di «smorfia della cultura moderna» — le nozioni di «estremo» e «adrenalina» — sono inverosimili, quando la vita è inizialmente vista dalle persone come qualcosa di noioso e poco interessante, e qualsiasi esotismo è percepito come incondizionatamente positivo e come tirante fuori proprio quell’adrenalina.

Mi sembra che non si tratti di fenomeni sessuali, fisiologici, ma puramente culturali», afferma il sessuologo Shcheglov. — Forse legati al postmodernismo, al rifiuto del tradizionale come banale… Il buon atteggiamento, la cura dell’altro, il dovere, la famiglia — tutte queste categorie sono percepite da molti giovani di oggi o come squallore selvaggio o come pathos senza valore. E vedono la «vera» via nel disprezzo di tutto questo e nella ricerca dell’adrenalina».

PARERE DELL’ESPERTO

Yuri Prokopenko, PhD, sessuologo, ricercatore presso il Centro Federale di Sessuologia Medica e Sessopatologia L’ultima rottura di una relazione Estrema è, in parole povere, un tentativo di suscitare artificialmente alcuni sentimenti. Di norma, si tratta di esigenze personali: la mia vita non è interessante, quindi salterò da un ponte (andrò in montagna da solo, correrò giù da una collina in una mangiatoia, ecc.) Questa è una grande cosa da fare se si parla di se stessi, ma non si può parlare dei sentimenti per la persona amata (beloved). Se la vostra relazione intima è solo sesso tra due single, allora l’estremo è abbastanza appropriato. Se si tratta di amore, non sono necessari ulteriori stimoli. Sesso estremo: un tentativo di infondere ulteriore forza a una relazione che non sta funzionando. È come se il comportamento della persona dicesse: «Il sesso ordinario e le relazioni semplici non mi eccitano. Ma un po’ di eccitazione da parte tua più un sacco di eccitazione dal sesso estremo è proprio quello che fa per me». Quindi, quando vi viene offerto del sesso estremo, valutate se non sia un campanello d’allarme per capire che la relazione sta appassendo.

VEDO L’OBIETTIVO!

Qual è il rapporto tra l’assunzione di rischi nel sesso e l’assunzione di rischi in altri ambiti della vita? Cosa succede agli estremisti del sesso al lavoro, a casa, nelle relazioni interpersonali? Qui il nostro esperto offre una chiara distinzione tra tipi di scherzi o azioni avventate sotto l’influenza dell’alcol, della curiosità giovanile e del desiderio consapevole. Per esempio, per qualcuno la pesca è l’hobby preferito. Una persona ha tutti i pensieri rivolti lì, vive da una gita all’altra, si prepara per ognuna, padroneggia l’attrezzatura, compra esche e pasture. È un’attività diretta. Se il sesso estremo è la stessa attività diretta — con un’alta probabilità possiamo ipotizzare una personalità psicopatica con alcuni complessi irrisolti. E questo si manifesterà in tutti gli ambiti della vita.

Il sesso, se non si tratta di una psiche adolescenziale o patologica, è in fondo una manifestazione di sentimenti, un desiderio di piacere e di relax. E non include la nozione di «essere scoperti», la sensazione di paura, di rischio, la sensazione che si stia facendo qualcosa che infrange tutte le basi, che se si viene «scoperti», può portare a guai seri… Gli obiettivi del sesso sono diversi!

SOSTENGONO I SESSUOLOGI?

A prima vista, due punti di vista opposti di sessuologi e psicoterapeuti possono essere trovati in diversi materiali sull’estremo nel sesso.

Alcuni scrivono: «Il sesso estremo rafforza i legami familiari. L’alternanza di sesso «casalingo» e sesso «selvaggio» è qualcosa che rafforzerà perfettamente il vostro rapporto, soprattutto quello di lunga data e quello di spezie perse». Altri, al contrario, sostengono che il sesso estremo è un’aberrazione e una perversione di cui soffrono gli esibizionisti e le coppie con una sensualità poco sviluppata perché non riescono a procurarsi piacere in altro modo, che la paura di essere scoperti produce serotonina nel corpo che aiuta ad avere un orgasmo.

«Tra la prima e la seconda posizione non vedo molto disaccordo», afferma Lev Shcheglov. — E nella prima affermazione, a mio avviso, c’è una certa contraddizione interna, nel consiglio di alternare qualcosa di sensuale e delicato e di spontaneo-passionale. È possibile provocare la spontaneità-passione? Spontaneo è qualcosa che accade oltre alla pianificazione, un «colpo»! Succede soprattutto ai giovani o a chi è veramente innamorato in modo appassionato. Stiamo parlando di coloro che sono alla costante ricerca dell’estremo. E questa ricerca è condizionata da una psiche non proprio armoniosa — stiamo attenti a non usare parole come «perversione» o «deviazione mentale».

La differenza fondamentale è la presenza di un obiettivo! Durante il periodo dell’ipersessualità adolescenziale, quando i pensieri di «it» sono sempre in testa, molti pensano al sesso in bagno, in aereo e in metropolitana. La moda del sesso e l’influenza dei coetanei spingono i giovani a fare cose che in realtà non vorrebbero fare («Che c’è, non hai mai fatto sesso in aereo?! Sei uno sfigato!»), alcuni sperimentano per curiosità.

Solo se il sesso estremo è un’attività diretta — possiamo parlare di una personalità psicopatica con complessi e problemi irrisolti».

SPINGERSI OLTRE I LIMITI

In uno degli scorsi numeri della rivista, Lev Shcheglov ha parlato in modo molto dettagliato dell’assottigliamento dei confini di ciò che è lecito nel sesso e dell’espansione della «norma» nella cultura sessuale moderna. In effetti, non molto tempo fa, solo la posizione del missionario era considerata «normale», tutto il resto sembrava esotico. Una volta il sesso in auto era incluso nella collezione degli estremi, ma questo era dovuto all’esotismo delle auto che circolavano sulle nostre strade. Gli americani sono stati a lungo orgogliosi di dire che un rappresentante su tre della grande nazione «spaccia» sul sedile posteriore di una Ford. Se consideriamo che negli anni 60-70 del XX secolo non tutti i giovani rappresentanti di questa nazione avevano una casa propria, ma l’industria automobilistica americana produceva auto veramente senza dimensioni, questa statistica non è dovuta a un’eroica rottura degli stereotipi, ma solo a un tentativo di risolvere il «problema dell’appartamento».

Così, i confini tra tradizionale ed estremo si spostano anche a seconda del Paese, della cultura e persino del terreno e del clima.

Distinguiamo tra il sesso estremo «malsano» e quello insolito nelle relazioni intime che può arricchirle. Cosa si può augurare ai partner con una lunga storia, che mancano di adrenalina per motivi naturali — età, durata della relazione?

Lev Shcheglov ne è convinto: è necessario uscire dai modelli e dagli stereotipi. Ma non necessariamente in modo esotico o addirittura patologico. Ricorda, ad esempio, l’ultima volta che avete ballato insieme? «Quando ero in Argentina», ricorda il nostro interlocutore, «mi ha colpito l’immagine di coppie di anziani che la sera, tra i cinquanta, i sessanta e i settant’anni, ben vestiti, vanno in un caffè, si siedono con un bicchiere di vino e ballano il tango, senza sosta, per tutta la sera. E ballavano in modo disinteressato: era uno spettacolo incredibile! Anche se, forse, per queste persone, al contrario, una serata senza tango sarebbe stupefacente… Oppure — altra domanda: almeno qualche volta vi vestite a festa in presenza del vostro amato, con cui vivete da anni? Tutti a casa, in pantofole, vestaglia, pantaloni sportivi… Cominciate a rompere questo schema!».

Secondo gli esperti, la rottura emotiva degli stereotipi è molto più interessante e difficile che provare a lanciarsi da un paracadute o fare sesso in un circo vicino alla gabbia di un leone. Per non parlare del fatto che non tutti ci riusciranno.

Pensate a cosa c’è di estremo nel sesso per voi? Forse dire all’altro cose incredibili? Ricordare il desiderio segreto della persona amata e spendere energie per soddisfarlo? Per esempio, nel «Kama Sutra» tra le altre delizie è elencato: «nutrirsi a vicenda prima del sesso». Ma l’alimentazione dovrebbe essere qualcosa che la persona ama molto e che raramente può permettersi. Quando un tale flusso positivo proviene da una persona vicina — voi stessi ne siete attratti e già riflettete in questa direzione, anche dal punto di vista sessuale. In ogni caso, cercate di non perdere i momenti di passione reciproca e fate la vostra scelta: cercare novità e novità nelle profondità dell’anima e nelle vette della sensualità oppure — in soffitte e cantine.

PARERE DELL’ESPERTO

Eugene Kulgavchuk, sessuologo, psicoterapeuta, psichiatra OCCHI NEGLI OCCHI Ci sono diverse fasi nella formazione della sessualità. La prima è la ricerca di novità, il tentativo di «provare tutto». Questo è spesso combinato con un aumento dei livelli di testosterone. Ma la fase del riconoscimento dovrebbe essere seguita da una fase in cui l’uomo è determinato dal gusto e comincia a capire che provare tutto di fila non è così necessario. Pertanto, un giovane ossessionato dalla novità e dal cosiddetto estremo è un fenomeno più naturale di un signore anziano che non ha mai capito i suoi gusti. Sono d’accordo con il mio collega sul fatto che le persone moderne spesso «guardano nel posto sbagliato». È importante saper padroneggiare non un’altra posizione acrobatica, ma pensare all’intimità, alle piacevoli sorprese inaspettate per l’altro, al sesso dolce «occhi negli occhi», alla capacità di creare erotismo nella propria vita. A volte è possibile e «teppistico», ma per arrivarci bisogna stare insieme ed essere contemporaneamente sulla stessa onda emotiva ed energetica.