Scuola di grafologia. Etico o logico

Come scoprire dalla grafia a quale tipo di persona appartiene — emotiva o logica?

La risposta del grafologo:

La dominanza di una delle funzioni mentali (etica o logica) è una delle caratteristiche distintive delle persone e consiste nelle peculiarità della percezione del mondo circostante e dell’elaborazione delle informazioni (pensiero). È una componente innata.

È importante notare che dalla grafia anche un non specialista può distinguere un etico da un logico. La cosa più importante da ricordare è che un tratto da solo non è un indicatore, è importante vedere una sindrome, una serie di segni grafologici che indicano l’espressione di questa o quella qualità. Quindi, solo una serie di segni (sindrome) ci permetterà di dire con certezza che l’autore della scrittura è un logico o un etico.

La scrittura di un etico si distingue per una forma più standard (vicina alla scrittura) delle lettere, dimensione delle lettere 3-5 ml, leggibilità sufficiente o buona, inclinazione a destra, predominanza di forme arrotondate (Fig. 4).

La scrittura di un logico sarà più schematica e semplificata (rispetto alle maiuscole), piccola, meno leggibile, spesso separata, le lettere sono angolari, la disposizione del testo sul foglio è particolare (Fig. 5).