Scoperta la fonte dello stress

Scoperta la fonte dello stress

Un team di scienziati provenienti da tre Paesi ha annunciato una svolta nella comprensione della risposta del cervello a eventi stressanti e traumatici per la salute mentale.

Gli scienziati dell’Università di Leicester (Regno Unito), in collaborazione con esperti polacchi e giapponesi, hanno scoperto un nuovo legame chimico nel cervello umano, responsabile della risposta dell’organismo allo stress.

Secondo gli scienziati, circa il 20% delle persone sperimenta una forma di disturbo mentale che si manifesta in qualche misura almeno una volta nella vita, e il numero di situazioni stressanti nella vita di ogni persona è pari al 30% del totale.

Il responsabile del team dell’Università di Leicester, Robert Powlak, afferma: «I disturbi legati allo stress colpiscono una grande percentuale della popolazione e hanno un forte impatto sulla vita delle persone. Tuttavia, mentre la maggior parte delle persone subisce eventi spiacevoli, solo pochi soffrono di disturbi mentali come depressione, ansia immotivata e disturbo post-traumatico da stress a causa di questi».

Durante lo studio, gli scienziati hanno scoperto che il centro del cervello responsabile delle emozioni risponde allo stress aumentando i livelli di una particolare proteina, la neurospina. Ciò innesca una serie di reazioni chimiche che, a loro volta, fanno lavorare di più il centro emotivo. La scoperta di questo processo ha permesso agli scienziati di studiare la reazione del corpo umano alle situazioni di stress a livello cellulare.

Per dimostrare l’importanza dell’influenza della neurospina sul cervello, gli scienziati hanno condotto una serie di esperimenti sui topi. È emerso che i soggetti che, sotto l’influenza degli scienziati, hanno subito una situazione di stress, in seguito hanno evitato di ripeterla. Secondo gli specialisti, si trattava delle conseguenze comportamentali dello stress trasferito. I risultati della seconda parte dello studio hanno rafforzato la fiducia degli scienziati: quando la neurospina prodotta dal cervello dei topi è stata bloccata, i topi si sono comportati come prima dell’evento che aveva causato lo stress.

Gli scienziati sostengono che questo studio sarà la base per una svolta nel trattamento di vari disturbi mentali e sindromi da stress post-traumatico.

Fonte: Science Daily