Pensare al denaro aumenta l’ostilità

I pensieri sul denaro aumentano l'ostilità

L’ultimo numero della rivista Psychological Science presenta un interessante studio condotto da ricercatori dell’Università di Groningen, dell’Università del Minnesota e della Rotterdam School of Management. È emerso che l’attualizzazione dei pensieri sul denaro ci rende più ostili e cauti nei confronti degli altri.

Questa conclusione è stata tratta da uno studio che ha coinvolto 72 studenti. È stato chiesto loro di svolgere diversi compiti non correlati su un computer. Lo screensaver del computer era un’immagine di denaro o di qualcosa di non correlato al denaro. Gli studenti hanno poi interagito con i loro compagni e hanno discusso i compiti. È stato quindi misurato il livello di cautela dei partecipanti ed è stato chiesto loro quanto avessero apprezzato i loro compagni e l’interazione con loro.

«Le ricerche dimostrano che il denaro stimola il desiderio di indipendenza e autonomia», spiega uno degli scienziati. — Le persone a cui venivano mostrate immagini di denaro, la consueta mimica di partecipazione all’interlocutore la interpretavano come una minaccia alla loro libertà personale. E per questo motivo, hanno iniziato a discutere e a difendersi durante la conversazione.

La conclusione è semplice: subito dopo aver attualizzato pensieri di denaro nella nostra mente, iniziamo a percepire l’ambiente circostante in modo più ostile e diffidente.

Fonte: ScienceDaily