O io o mio fratello. Scegliere

O io o mio fratello. Scegli!

Dopo la morte di mio padre e di mia nonna, siamo rimasti in tre: io, mio fratello e mia sorella. Mio marito litiga sempre con mio fratello. Non mi rende felice, ma nemmeno triste. Mio fratello ha deciso che mio marito è cattivo e che dovrei divorziare. Mio marito è diretto e dice «tutto in faccia». Io capisco che sbaglia ed è possibile tacere, ma lui non mi ascolta. E di recente ha iniziato a litigare anche con mia sorella. Viviamo tutti nello stesso edificio, in appartamenti vicini. Mia sorella ci ha sempre aiutato a fare la spesa, a stare con i bambini, ci ha persino fatto un prestito. Ora pretende che le venga restituito tutto, io non discuto, ha ragione. Mio marito grida, mi assicura che è cattiva. Mi ha posto una condizione: o lei o lui. Non mi piacciono gli scandali e non voglio scegliere tra mio marito e mia sorella. Non è che non possa vivere da sola, ma ho due bambini di 3 e 5 anni, lavoro a tempo determinato. Maria, 30 anni.

Ho l’impressione che loro — marito, fratello e sorella — litighino tra loro «attraverso di te».

È come se voi foste sempre l’epicentro dei loro conflitti. E invece di affrontare l’uno con l’altro, lo fanno attraverso di te, spargendo negatività l’uno contro l’altro. Se ho capito bene la situazione, lei si trova in una posizione estremamente difficile e vulnerabile. Dopo tutto, lei si preoccupa di ognuno di loro a modo suo. Potrebbe dire a suo marito qualcosa del genere: «Ti amo. Vivo con te. Tu sei mio marito. E sono cresciuta con mia sorella. E voglio bene anche a lei. Quando voi due litigate tra di voi, io «piango». Sono molto spaventata e ferita. Per favore, se hai un problema con mia sorella, vai da lei e cerca di parlarne da solo, senza di me. Ma scegliere così — o te o lei — è semplicemente impossibile per me». Puoi parlare con tua sorella e tuo fratello allo stesso modo, proponendo loro di scoprire la relazione senza di te.