Non è vietato essere belli

Non puoi smettere di essere bella

Oscar Wilde, scrittore ed esperto di psicologia umana, scrisse: «La bellezza è un tipo di genio; è persino superiore al genio, perché non richiede comprensione».

Cioè, anche l’uomo più oscuro della tribù di Tumbayumba, vedendo una ragazza davvero spettacolare, riconosce a prima vista la sua bellezza. Che cos’è questa caratteristica e perché è così importante per le persone?

Anche un bambino può facilmente distinguere una bella fata da una brutta Baba Yaga. Cercate di non dotare questi personaggi di alcuna qualità e chiedete a vostro figlio chi di loro è buono e chi è cattivo. Nella stragrande maggioranza dei casi non sbaglierà e abbinerà il bene alla bellezza e il male alla bruttezza.

Quelli di noi che credono che la bellezza esteriore nella vita non sia la cosa principale, in un modo o nell’altro valutano i nostri conoscenti non solo dalle loro azioni e parole, ma anche dal loro aspetto. Anche inconsciamente, le persone belle ci piacciono invariabilmente, e viceversa. E qui non si dovrebbe nemmeno parlare del fatto che i gusti di ognuno sono diversi, la bellezza è qualcosa che cattura immediatamente lo sguardo e attira l’attenzione indipendentemente dal colore degli occhi e dal volume del petto. Forse si tratta di archetipi e dell’inconscio collettivo che è radicato in noi fin dalla nascita. Tutti noi consideriamo belle la simmetria, certe proporzioni e la struttura del corpo umano. E qualsiasi allontanamento da esse provoca in noi una reazione negativa. E non è forse vero che tutto era bello in una persona, e che a causa della nostra eterna aspirazione all’ideale ci affrettiamo a dotarla di bellezze e caratteristiche positive interne? Un esperimento è indicativo: alle persone sono state date immagini di uomini e donne e si è chiesto loro di descrivere il loro carattere. Naturalmente, i più belli sono risultati più gentili, sensibili, sicuri di sé e felici. Quelli il cui livello di «bellezza» era inferiore alla media sono stati riconosciuti come perdenti, invidiosi e disonesti.

Perché amiamo così tanto le cose belle? Secondo alcuni psicologi: per il piacere che ci procurano. Quando vediamo la bellezza, non necessariamente anche in forma umana, proviamo piacere estetico, che si esprime nelle emozioni piacevoli che il contatto con essa apporta alla nostra vita.

BC.

Fin dall’antichità, le persone hanno venerato l’attrattiva umana. Ma a quel tempo non esisteva una separazione tra i concetti di bellezza interiore ed esteriore. In origine era considerata un dono divino e quindi onorata incondizionatamente. L’autore del libro «I più belli sopravvivono. La scienza della bellezza», la psicologa americana Nancy Etkoff ritiene che i criteri di bellezza sviluppati dall’uomo si siano formati in relazione alla necessità di risolvere i problemi di sopravvivenza e continuazione della specie. E che «i segni fisici di salute e fertilità coincidono con i criteri di bellezza». Quindi, la nostra percezione e la nostra particolare attenzione per una persona bella non è altro che una buona valutazione di un partner per la continuazione della specie. Così, ad esempio, alcuni psicologi ritengono che l’amore degli uomini per le lunghe gambe femminili sia dovuto all’idea archetipica che una donna con gambe lunghe e forti sarà in grado di fuggire più velocemente dai nemici della tribù e allo stesso tempo di salvare il bambino, portandolo in braccio. E la passione delle donne per gli uomini macho è dovuta al desiderio inconscio di dare alla luce un bambino sano. Del resto, gli uomini di questo tipo sono letteralmente esuberanti di forze e di salute.

È FACILE ESSERE BELLI?

Non pensate che la bellezza assoluta apra tutte le porte. Di norma, le persone diffidano di essa, così come della vera bruttezza. E che dire della banale invidia, che spesso si manifesta sotto forma di una massa di energia non sempre positiva diretta verso una bella persona. E Dio non voglia che mostri anche solo mezzo centimetro del suo ego — subito etichettato come egoista insensibile e narcisista che non vede nessuno intorno a sé se non se stesso. L’influenza del fattore bellezza sulla vita sociale è studiata dall’attratologia. E dice semplicemente che, per avere successo, è sufficiente che una persona sia semplicemente bella. Anche in questo caso vale la buona vecchia regola della media aurea. Le persone sono più amichevoli con le persone di bell’aspetto, vengono assunte più velocemente, vengono promosse nella loro carriera e ricevono stipendi elevati. Lo dicono anche gli scienziati americani e neozelandesi che hanno condotto esperimenti sul cervello umano e hanno scoperto che le persone considerano bella la persona o l’oggetto la cui immagine viene elaborata dal cervello più rapidamente. Risulta che i più belli nella società umana saranno considerati immagini medie rapidamente riconoscibili, che possono essere chiamate «prototipi» che vivono nella coscienza umana. Alcuni scienziati hanno cercato di spiegare questo fenomeno dal punto di vista della scelta di un partner sessuale per la continuazione di una specie. Dopo tutto, l’aspetto medio, di norma, indica al cervello la buona salute di questo stesso partner e il suo comportamento stabile in futuro. Woz

COME ESSERE BELLI Non è affatto necessario rivolgersi a un chirurgo plastico, provate a seguire i consigli della psicologa Elena Marchevskaya: 1. Guardatevi più spesso allo specchio: prendetevi almeno tre minuti al giorno per farlo. Guardatevi più spesso allo specchio: prendetevi almeno tre minuti al giorno per farlo. Ogni volta che vi guarderete vi piacerà sempre di più il vostro aspetto. Gli psicologi chiamano questo miracolo «effetto riconoscimento». Il cervello umano è organizzato in modo tale che un oggetto più studiato e familiare gli sembra più bello e piacevole. 2. Scacciate da voi stessi i pensieri sulla vostra «bruttezza». Ogni persona è unica e straordinaria in qualche modo. Eliminate la parola «brutto» dal vostro vocabolario. Che cosa significa? Rispondete a questa domanda usando solo definizioni positive o neutre. Ad esempio: «diverso», «speciale», ecc. Allora perché confrontarsi con gli altri? Inserite il vostro standard di bellezza. Dopo tutto, in epoche diverse, diverse caratteristiche dell’aspetto erano considerate belle. E che per voi il naso gobbo e le cosce in sovrappeso siano tratti caratteristici di una donna bella. 3. Trovate qualcosa che vi appassioni veramente (ballare, dipingere, imparare lingue straniere, ricamare, ecc.), riempite la vostra vita con ciò che vi interessa. E non dimenticate di socializzare con le persone a cui tenete. Quando la vostra vita è piena, quando siete interessati a vivere, emettete una positività così potente, un arcobaleno di emozioni, che vi rende non solo belli, ma speciali, meravigliosi, attraenti. 4. Migliorare se stessi. Non ci sono molte persone veramente belle, ma quelle che si impegnano per la bellezza sono enormi.