LE PERSONE CHE TI CIRCONDANO UCCIDONO L’AUTOSTIMA

LE PERSONE CHE TI CIRCONDANO UCCIDONO L'AUTOSTIMA

Gli scienziati hanno scoperto che le donne sono abituate a considerarsi intellettualmente inferiori agli uomini fin dall’infanzia. Non da ultimo, le loro madri giocano un ruolo in questo senso.

Venticinque anni dopo, gli scienziati Swim e Zanna hanno ripetuto gli esperimenti del loro collega Philip Goldberg. Nel 1968, ad alcune studentesse sono stati consegnati articoli firmati con nomi maschili e ad altre gli stessi articoli, ma con firme femminili. Le studentesse hanno valutato molto di più gli articoli con firma maschile. Studi simili condotti da Swim e Zanna hanno dimostrato che anche i membri del gruppo a cui si applicano gli stereotipi soccombono agli effetti degli stereotipi di genere. Quando si trattava di uno studente maschio, donne e uomini attribuivano i risultati alle sue capacità, mentre quando si trattava di una studentessa, gli studenti di tutti i generi pensavano che il suo successo fosse dovuto principalmente alla fortuna.

Se un uomo non riesce a svolgere bene un compito, si presume che sia stato sfortunato o che si sia impegnato poco, mentre se una donna fallisce, si presume che il compito sia troppo difficile per lei. Le ragazze tendono a sminuire le proprie capacità (soprattutto in ambiti tradizionalmente maschili) e a colpevolizzarsi per gli insuccessi. Secondo gli scienziati, è tutta una questione di atteggiamenti della nostra società nel suo complesso, oltre che dei nostri genitori.