L’America contro l’Happy Meal

America contro Happy Meal

I funzionari della città di San Francisco hanno vietato alla catena di ristoranti McDonald’s di mettere giocattoli nelle scatole degli Happy Meal.

Il Center for Public Interest Research ha iniziato le trattative con la direzione di McDonald’s l’estate scorsa, insistendo sul fatto che i giocattoli nelle scatole degli Happy Meal incoraggiano i bambini a mangiare cibi non salutari. Poiché McDonald’s non ha risposto in alcun modo alla richiesta, a novembre l’organizzazione ha intentato una causa presso il tribunale di San Francisco. Le autorità cittadine hanno appoggiato l’iniziativa dei sostenitori dei consumatori, concordando sul fatto che il regalo rende davvero molto più attraente per i bambini un’alimentazione non sempre utile e sana. Inoltre, secondo un recente studio, i bambini non solo preferiscono i fast food con i personaggi dei loro film e cartoni animati preferiti sulla confezione, ma anche tra due prodotti completamente identici, trovano più gustoso quello con tale immagine.

E sebbene McDonald’s sostenga a sua volta che il giocattolo è solo una parte del divertimento e come alternativa al cibo molto grasso e malsano, contro il quale i combattenti per la salute delle giovani generazioni tanto si battono, è possibile acquistare verdure, frutta e latte scremato nello stesso McDonald’s, i legislatori della città hanno votato contro i ristoranti. E il numero di voti è stato così impressionante che nemmeno il sindaco della città, che in questa situazione è più solidale con McDonald’s, ha potuto porre il veto.

Da lenta.ru, web-mama.ru, telegraph.co.uk e latimes.com