Il test di attrattività dura un appuntamento

Test di attrattività con la durata di un appuntamento

I ricercatori sostengono che prendiamo una decisione sull’attrattiva di una persona nei primi 6-9 secondi dal suo incontro. Ma per capire le altre caratteristiche del carattere, a volte ci vogliono anni. Tuttavia, esiste una via più breve: il test di un solo appuntamento.

CHIAVE UNIVERSALE — UN GRIMALDELLO

I test — una cosa troppo seria per affidarli agli psicologi. Qualsiasi specialista moderatamente disponibile a spiegare che i test semplici non esistono, e quelli che si trovano nelle riviste popolari, nella loro oggettività simile all’oroscopo di massa. In generale, un test psicologico serio è uno strumento professionale, peraltro costoso.

E ora immaginate una situazione in cui avete uno o due appuntamenti, per i quali vorreste capire se vale la pena far entrare una persona nella vostra vita o meno. E lo psicologo con voi non vi inviterà, perché il terzo sarà chiaramente superfluo. E questo significa che dovrete orientarvi da soli sul posto.

Nel frattempo, esiste un semplice kit di strumenti per il test, la cui essenza può comprendere e persone lontane dai piaceri psicologici. Una sorta di set universale di domande-«chiavi», che permette di imparare molto sull’interlocutore, anche che non lo dirà a nessuno e in nessun caso.

Non dirò nemmeno da dove vengono queste «chiavi», per non entrare in dispute scolastiche sulle direzioni della psicologia e sugli approcci scientifici. Mi limiterò a notare due punti. In primo luogo, appartengono tutti alla categoria dei test proiettivi, cioè quando si chiede una cosa, ma si scopre qualcosa di completamente diverso. In secondo luogo, tutte le domande del test che descrivo sono state testate nella pratica per molti anni. E alcuni di voi probabilmente ricorderanno che qualcuno ha già posto domande simili, ma prudentemente non le ha chiamate test.

GIOCHIAMO ALLE DOMANDE…

È meglio se i test sono come un gioco. Quando una relazione è appena iniziata, non è bene spaventare un possibile partner. Ed è ancora meglio se le domande stesse del test contribuiscono allo sviluppo della conversazione. Non tutti sono così facili e semplici da comunicare, e altri riescono a malapena a capire le parole.

Quindi iniziamo. Vi siete già sorrisi a vicenda, avete raccontato come siete arrivati e avete anche condiviso i vostri piani immediati. La prima barriera è stata superata, l’imbarazzo è stato eliminato. Possiamo parlare. Un test di immaginazione è un buon riscaldamento. È molto semplice, ma istruttivo.

Raccontate di un trainer strambo, di un insegnante, di un amico, che ama il divertimento psicologico e che vi pone domande difficili. E subito dopo lanciare un «pallone di prova».

Chiedete alla persona di visualizzare mentalmente un’immagine: il mare dopo una tempesta. Può immaginare qualsiasi cosa, ma deve contenere i seguenti oggetti: un cubo, una scala, un cavallo. Non lasciate che l’interlocutore pensi a lungo, lasciate che «disegni» subito l’immagine, con parole sue. Nel corso del racconto, ponete domande chiarificatrici e traete conclusioni.

Mare

Com’è il mare? Tempestoso, calmo, torbido, trasparente… Il mare in questo test simboleggia lo stato emotivo di una persona. Non abbiamo detto quanto tempo è passato dalla tempesta, quindi lo stato dell’acqua può essere diverso. L’interpretazione è semplice: se una persona sta provando forti emozioni, il mare sarà ancora in tempesta e l’acqua sarà torbida. I sentimenti negativi, di norma, si manifestano sotto forma di particelle sospese e rifiuti che galleggiano sulla superficie o che vengono gettati a riva.

Il cielo

Com’è il cielo? È luminoso e senza nuvole, cupo e coperto di nuvole, luminoso con nuvole o notturno? Il cielo indica lo stato d’animo della persona interessata, il suo atteggiamento verso il mondo in quel momento. È chiaro che un cielo grigio e cupo indica che una persona non soffre di ottimismo al momento.

Cavallo

Che aspetto ha e cosa fa nella foto? Ci sono cavalli di tutti i tipi. Alcuni corrono sulla spiaggia a rotta di collo, altri si agitano o addirittura si sdraiano sulla spiaggia. Attenzione: è una caratteristica della mentalità umana. Più vivace è il cavallo, più vivace è il pensiero. E se è morto (e succede), la capacità di comprendere attivamente la realtà è prossima allo zero. Ricordo che un partecipante alla formazione ha riferito che il suo cavallo era annegato. Questo è esattamente il caso in cui le emozioni sono molto più forti della capacità di pensare. Persone molto concentrate possono avere un animale con i paraocchi. Il colore è fondamentale: più è insolito, più si sviluppa l’immaginazione creativa. Ma non turbatevi se i candidati alla vostra attenzione si colorano di un banale marrone: questa è la prova della loro percezione pratica della realtà. E alcuni soggetti hanno anche un cavallo di pietra: questa è la prova che il loro sistema di vedute è ben consolidato e a volte dovrete avere a che fare con principi molto rigidi.

Cubo

Com’è fatto? Grande o piccolo, di che materiale è fatto. Le dimensioni sono importanti: più grandi sono, più alta è l’autostima di una persona. Non è raro che i dirigenti immaginino enormi strutture in cemento armato. E se il cubo è fatto di plastica espansa e viene spinto sulla spiaggia dal vento, parla della forte dipendenza di una persona da altre personalità. Va notato che le dimensioni sono determinate in modo non oggettivo, in base al modo in cui il partecipante al test pensa — se è grande o meno. Una volta un partecipante al test ha dichiarato che al posto del cubo aveva un bidone della spazzatura. Una triste autovalutazione, va detto.

Le scale

Il materiale di cui sono fatte e il numero di gradini sono importanti. Questo simboleggia l’atteggiamento verso l’amicizia. Chi ama le scale in pietra ha un amico affidabile. Chi ne presenta una in legno, apprezza il calore nelle relazioni. Le scale in metallo indicano che l’amicizia è percepita come una cooperazione commerciale, mentre quelle in corda riguardano la mobilità e le attività ricreative comuni. Curiose costruzioni attaccabili: questa è l’amicizia in base alla situazione, se qualcosa non va, può essere riorganizzata. Il numero di gradini indica quanti controlli «di prova» bisogna superare per diventare amici. Una cosa è tre gradini, un’altra — quindici. Se la scala è in disparte, l’intervistato è chiaramente deluso dagli amici.

Tutto qui. Dieci minuti di dialogo e molte cose sono già chiare. Tenete conto che il test è situazionale e riflette lo stato di una persona in un determinato momento. Tra una settimana le cose potrebbero cambiare.

SCEGLIAMO, SIAMO SCELTI

Nel caso del cubo, della scala e del cavallo, non è necessario nascondere il fatto che si sta mettendo alla prova il partner. Ma i seguenti sondaggi devono essere «mascherati». Chiedete al vostro interlocutore: «Senti, ti piace fare acquisti? Dimmi, come scegli un oggetto costoso? Per te è costoso». Di solito una persona ci pensa e all’inizio non è propensa a rispondere. In questo caso è importante mantenere una certa insistenza e anche la sincerità. Si può dire come si fa da soli: una lunga ricerca, guardarsi intorno, consultarsi con gli amici. E il vostro interesse, molto probabilmente, si rilasserà — parlerà. E da quel momento siate attenti, fissate i dettagli, fate domande chiarificatrici.

Il trucco sta nella strategia di scelta. È la stessa per molti contesti. Quindi, nella maggior parte dei casi, la strategia di scelta di un oggetto costoso e di un partner è simile. E questo, converrete, è molto più interessante.

È facile da interpretare. Qui, ad esempio, un giovane ispirato dice che sceglie un’auto per molto tempo e non si ferma finché non prova l’intera gamma di modelli. Deve guidare ognuna di esse per almeno una settimana e vedere come reagiscono i suoi amici. Il ragazzo apprezza la bellezza e il prestigio delle auto. Molto probabilmente sceglierà la sua ragazza in base agli stessi parametri.

Una mia amica, imparando la saggezza dei test, mi ha chiesto di valutare la sua relazione. Gli ho chiesto come compra le cose.

— Se si tratta di qualcosa di poco valore, è facile», ha risposto la ragazza. — Non guarda nemmeno da vicino. Ma appena deve prendere qualcosa di importante, diventa una noia terribile. Guarda le cuciture, i rivetti, si sofferma su tutto.

— Mi dica, come è andata la vostra relazione?

— All’inizio andava bene. Era facile parlare con me, scherzava con me, mi portava a tutte le feste. Ora è un incubo, se la prende con tutto.

Cosa posso dire? La risposta è ovvia. La ragazza ha iniziato a essere considerata una degna candidata alla vita familiare.

Sarà utile sapere non solo come una persona confronta gli oggetti di valore, ma anche quanto tempo gli serve per prendere una decisione di acquisto. Alcune persone impiegano un paio di secondi per scegliere, mentre altre hanno bisogno di mesi.

IN CHE COSA SI TROVA…

Prima di fare sul serio, vale la pena di scoprire com’è il partner a letto. Naturalmente si può fare una domanda diretta, ma… È meglio scegliere un modo più grazioso e innocente. Chiedete: «Come preferisci mangiare? Hai bisogno di qualche tipo di preparazione? Servire? Ti piace mangiare velocemente o lentamente?».

Chiedete con un’espressione seria sul viso, in modo da non destare sospetti.

Vorrei sottolineare che la parola «preferire» non è affatto casuale. Perché la maggior parte delle volte mangiamo un po’ di cibo e non sempre siamo liberi di modificare questo spiacevole fenomeno.

E allora ascoltiamo nel dettaglio le preferenze dell’interessato. Ad esempio, a lui piace mangiare in fretta, preferibilmente dal piatto, in modo da non disturbare, uno e fatto, e poi si può e di lato, guardare la TV. Oppure lei, una ragazza con fantasie, molto romantica. Preferisce un ambiente piacevole, con candele e una squisita apparecchiatura della tavola. Mangia lentamente e con attenzione, gustando ogni boccone. Pensate che questa coppia abbia la possibilità di mettersi insieme?

Probabilmente sì. Ora, considerate il significato di questo test. Si tratta di scoprire come a una persona piace fare sesso. Sì, proprio così. La strategia alimentare preferita è la stessa del programma sessuale. Quindi è semplice: che senso ha che l’imputato nasconda come mangia? A meno che, ovviamente, non conosca il segreto come lo conosciamo noi.

# FINCHÉ LA CORDA È ATTORCIGLIATA #

In questo modo, passo dopo passo, impariamo molto sulla persona con cui stiamo parlando. E se nulla offusca la vostra percezione, sarà utile sapere quanto può durare la vostra relazione senza nuvole. Sapere in anticipo, senza verificare con l’esperienza. È anche possibile. Date al vostro partner qualcosa da confrontare. Penne a sfera, alberi, cucchiai, dadi, qualsiasi cosa. Chiedete in che modo gli oggetti scelti sono simili o diversi. Se una persona pensa che siano assolutamente simili, allora vivrà accanto all’altro per 20 anni senza pensare molto alla diversità («Cosa c’è da scegliere? Sono tutti uguali, questi uomini!»). Se gli oggetti sono simili in generale, ma diversi, si hanno 5-7 anni di vita insieme relativamente tranquilla. Diversi, ma simili — 3 — 4 anni. E se il vostro possibile prescelto crede fermamente che non sia necessario fare confronti, perché tutto è così diverso, abbiate pazienza. Un uomo che si concentra sulle differenze, diventerà noioso nel giro di un anno e mezzo almeno, e sarà necessario fare degli sforzi per diversificare la vostra vita insieme.

La passeggiata romantica sarà presto finita e l’interesse per l’interlocutore non è svanito, parlategli un po’ del lavoro. Come fa a sapere se una persona sta facendo un lavoro buono o cattivo? Gli basta guardare una volta o tre o cinque volte per convincersi che tutto è come dovrebbe essere? Credetemi, non si tratta di un numero astratto. Probabilmente è lo stesso numero di volte in cui dovrete dichiarare il vostro amore per una persona per rendervi conto di essere davvero amati. Se si scopre che non è il numero di volte a convincere, ma il tempo — chiarite quale. Diciamo, ad esempio, che a qualcuno bastano due settimane e a qualcuno cinque anni. Questo per evitare di aspettare dolorosamente le confessioni e di frustrarsi invano. È un caso difficile se una persona è convinta del successo dell’altra a tempo indeterminato, in ogni caso. Preparatevi al fatto che per dimostrare il vostro amore dovrete quotidianamente…

Ecco, infatti, presentata una breve serie di «Berendey-test». Iniziate ad esercitarvi. Potete iniziare con i vicini di ufficio, che si pentiranno comunque di non aver letto prima questo testo. E, cosa seria, ricordate che ogni test è sempre una convenzione.

NON «SMONTARE» UNA PERSONA

Anetta Orlova, psicologa

Negli ultimi tempi si è diffusa la moda di vari piaceri psicologici. Tutti sono rimasti affascinati dai test, dalle prime capacità di autopresentazione, dalla capacità di adattarsi all’interlocutore. Tutto questo, ovviamente, è fantastico, ma non dobbiamo dimenticare che ogni fenomeno ha un rovescio della medaglia. Al primo appuntamento in un ristorante accogliente, ovviamente, ci si può porre il compito di testare una persona, ma, a mio avviso, si tratta di un compito ingrato. In primo luogo, qualsiasi test professionale deve essere in grado di interpretare correttamente, e queste interpretazioni di centinaia, quindi, c’è il rischio di fare conclusioni errate. In secondo luogo, per formarsi un’opinione su una persona, è necessario porre molte domande, comprese quelle che riguardano il mondo interiore. C’è il rischio di assomigliare a un agente 007 di scarso successo.

Ma la cosa peggiore è se una persona risulta essere un appassionato di letteratura psicologica, o uno psicologo professionista, o un responsabile delle risorse umane. E l’elenco di queste professioni può continuare. Si rischia di trovarsi in una posizione stupida. Inoltre, se una persona si fida sinceramente di voi, potrebbe offendersi. E nel caso in cui le sue intenzioni siano onorevoli, vi ingannerà. Non dimenticate che una donna ha per natura l’intuito. Nessun test avrà lo stesso effetto. Non è necessario «smontare» l’interlocutore per «dettagli». Prestate attenzione alle migliori qualità di un uomo, e lui cercherà di apparire bello ai vostri occhi. Comunicate, costruite relazioni e affidatevi alla vostra preziosa esperienza di vita, perché questa è la cosa più importante.