Il talismano e la stanza segreta. La pratica

Il talismano e la stanza segreta. La pratica

L’inizio dell’anno è un ottimo momento per chi sta facendo il primo passo verso il cambiamento. Molti vorrebbero mantenere questo stato d’animo per tutto l’anno, ma giorno dopo giorno la nostra determinazione si affievolisce, lasciando il posto all’insicurezza, al dubbio e alla paura. Non arrendetevi! Createvi un talismano che vi dia il potere di ottenere ciò di cui avete più bisogno.

La creazione di oggetti, indumenti e gioielli speciali che portano al proprietario protezione e fortuna esiste in tutti i popoli del mondo. Gli occhi azzurri turchi per evitare il malocchio, le monete cinesi per attirare il denaro e, naturalmente, le cinture slave, i gaitan e le bambole di pezza. Anche artisti e sportivi famosi portano con sé souvenir «fortunati» che portano fortuna.

Amuleti e talismani sono solitamente associati a credenze e tradizioni religiose o magiche. Ma noi non ci rivolgeremo all’occulto, bensì realizzeremo un talismano guidati dai principi dell’arteterapia. Non avremo bisogno di poteri magici, sangue di drago e dente di mammut, ma solo di un po’ di creatività e immaginazione.

«Come funziona?» — chiedete voi. Riflesso condizionato e nessun imbroglio. Ricordate gli esperimenti di Pavlov sui cani? Quando il cane sentiva l’odore della carne, produceva succo gastrico, un riflesso incondizionato. Ma lo sperimentatore aggiunse un campanello all’odore. Dopo un po’, lo stomaco del cane cominciò a reagire anche al suono. E noi non siamo estranei a questo fenomeno. Lo stimolo esterno e lo stato interno sono collegati.

Prendiamo un esempio familiare. Come vi sentite quando all’improvviso sentite la canzone che avete ballato per la prima volta con la vostra persona preferita, o sentite il profumo di mandarini che vi è familiare fin dall’infanzia la sera di Capodanno? Suoni, odori, immagini e oggetti hanno la tendenza a legarsi saldamente allo stato d’animo e alle emozioni provate quando interagiscono con loro. A volte questo gioca a nostro sfavore. Mettete la stessa canzone romantica sulla vostra sveglia e nel giro di una o due settimane evocherà sentimenti e pensieri completamente diversi. Possiamo esagerare il significato di certi oggetti a tal punto da cadere in confusione e stupore quando li perdiamo. Usiamo le nostre associazioni a fin di bene, dotando il nostro «amuleto» di qualcosa che a volte ci manca.

Innanzitutto, pensate a cosa vorreste inserire nel talismano. Fiducia, calma, forza, ispirazione? O forse un promemoria di qualche obiettivo che vi siete prefissati? Potete «mescolare» diversi stati importanti per voi o concentrarvi su una cosa sola.

CREDERE — NON CREDERE

Gli amuleti influenzano qualcosa? Facciamo riferimento al famoso fisico Niels Bohr. Uno dei suoi ospiti si stupì nel vedere un ferro di cavallo inchiodato sopra la porta della sua casa. Lo scienziato materialista rispose: «Credo che i ferri di cavallo portino felicità? No, naturalmente non ci credo. Ma si dice che porti felicità anche a chi non ci crede».

1. «TALISMANO CON IMBOTTITURA»

Vi serviranno: carta, colori, matite, materiali vari a vostra scelta, i vostri ricordi e la vostra immaginazione.

Diciamo che avete bisogno di una risorsa di fiducia in voi stessi. Ripensate al momento più vivido in cui vi siete sentiti al meglio, sicuri di voi stessi. Forse è stato quando avete vinto una gara o superato un esame, o quando avete ottenuto il lavoro che volevate. Se non riuscite a ricordare un momento simile, fantasticate, osservate attentamente la persona che potrebbe essere un modello per voi: come appare, come si muove, provate i suoi sentimenti. Concentratevi sulle sensazioni e cercate di rappresentare su carta le vostre impressioni.

Quali immagini evoca in voi lo stato di fiducia? Per alcuni si tratta di una quercia, forte, larga, ben salda al suolo, o di una casa in cui rifugiarsi, ma per voi la fiducia può essere espressa in qualcos’altro che solo voi capite. Create un ciondolo, un giocattolo o un portachiavi che simboleggi ciò di cui avete bisogno. Seguite il vostro istinto interiore, utilizzate vari materiali naturali, vernici, pennarelli, kit artistici: la cosa principale al momento di creare un talismano è rimanere nello stato desiderato e mantenerlo.

2. «AL SAPORE DI SOGNO».

Sono necessari: un desiderio caro (un pezzo), immaginazione e materiali per la creatività.

O forse avete un sogno? E il fatto che sia il vostro sogno, e non quello di cari amici-parenti o di produttori pubblicizzati, ne siete certi. E c’è un piano, e delle opportunità. Ma qui qualcosa interferisce, vi distrae, e le vostre mani sono a terra. Allora il vostro talismano può essere un’immagine del desiderato. Potete disegnarla o modellare una figura. Sentite la gioia che riempirà il vostro cuore quando raggiungerete il vostro obiettivo. Rimanete in essa per un paio di minuti. È una bella sensazione, vero? Mettete il talismano in borsa, sulla scrivania: lasciate che vi ricordi ciò che state cercando di ottenere e vi spinga ad andare avanti.

In una situazione in cui avrete bisogno di sostegno e di accedere alle vostre risorse interiori, toccate il talismano, fatelo roteare tra le mani e la vostra condizione inizierà a trasformarsi.

3. «FORTUNA DA FAVOLA».

Vi serviranno: una situazione spiacevole (un pezzo), l’immaginazione, un accessorio già pronto o vari materiali per la creatività.

Se siete preoccupati per una situazione, in attesa di una sentenza, di una conversazione difficile o di un processo imminente, provate a creare un simbolo di «lieto fine». Per cominciare, traducete la vostra situazione in una storia fiabesca in cui il vostro capo Ivan Georgievich è un re prepotente e voi, un dipendente di medio livello, siete il suo servitore di corte caduto in disgrazia.

«Il re, adirato, disse che non avresti visto la tua testa se non avessi consegnato il tuo rapporto sui progressi entro due giorni. Pietro ne fu addolorato». E aggiungiamo: «E la sua saggia moglie, mettendo da parte il borscht e i lavori d’ago, disse un incantesimo: «Non preoccuparti, Petya, abbiamo studiato allo stesso corso e conosco bene il tuo progetto. Ti aiuterò e insieme rispetteremo la scadenza». È detto e fatto. Il rapporto fu consegnato al re nella forma migliore. Una grazia e un bonus per l’abilità. Non un solo uccello di fuoco è stato ferito durante la composizione».

E ora mettiamo il nostro stato d’animo positivo in un certo simbolo, per esempio in un accessorio già pronto, oppure lo realizziamo con le nostre mani.

4. «STANZA SEGRETA»

Vi serviranno: un oggetto o un’azione che provoca paura (tanti quanti sono), un anello, un braccialetto, degli orecchini o un orologio che indossate sempre.

Tutti abbiamo paura di qualcosa. Supponiamo che volare in aereo sia nella vostra lista nera e che vogliate usare un anello di fidanzamento. Non appena notate che le paure vi sopraffanno, spostate l’attenzione su qualcos’altro e rilassatevi. Ora eseguite l’esercizio:

  1. 1. Pensate a un luogo in cui vi sentite tranquilli. Ad esempio, una spiaggia calda e soleggiata o la vostra stanza. Immaginate di essere lì in questo momento. Considerate i dettagli dell’interno familiare, respirate più lentamente e rilassatevi.
  2. 2. Toccate l’anello in questo stato piacevole, «ancoratelo» all’interno.
  3. 3. Ora immaginatevi in un aereo. Cercate di mantenere l’immagine abbastanza realistica. Sentite la tensione e toccate di nuovo l’anello, tornando nella vostra «stanza segreta». Eseguite l’esercizio più volte e poco prima del volo per consolidare il risultato. Ora, non appena sentite l’insorgere della paura, toccate l’anello.

ARTE TERAPIA PER LO STUNTMAN

Il talismano è uno dei mezzi psicoterapeutici tradizionali dell’arteterapia. Molte persone che svolgono professioni estreme — piloti collaudatori, stuntman, marinai di sottomarini — fanno ancora largo uso di vari oggetti «portafortuna». La funzione psicologica di un talismano è quella di creare un senso di sicurezza, di fiducia nel buon esito di un’impresa pericolosa, cioè di ridurre il livello di ansia. Questo permette di utilizzarli in psicoterapia quando si lavora con clienti molto ansiosi.

Così, il talismano ci offre un punto di appoggio, che ci aiuta a rivelare le riserve e a manifestare noi stessi. Rivolgendoci ad esso per chiedere aiuto, acquistiamo un senso di fiducia e non abbiamo paura di problemi immaginari. Molti psicoterapeuti utilizzano il metodo della creazione di talismani, collegando così stimolo e risposta. È in base a questo principio che in psicoterapia si crea un talismano, un amuleto o un amuleto. Come dimostra la pratica, funziona.