Il Progetto Amore Reale. Un nuovo partecipante

Il Progetto Amore Reale. Nuovo membro

Ricordo che una volta, subito dopo il Kazantip-2008… in piena ascesa e abbronzata… su suggerimento di qualcuno mi sono iscritta a un progetto su Canale 1 (qualcosa sul matrimonio)… sono arrivata a Ostankino… ho guardato le foto in b/n delle potenziali spose e la prima cosa che mi è venuta in mente è stata: «yo… e credo di avere anche molti anni»). ) … quando ho visto la trasmissione — finalmente sepolto l’idea di essere dall’altra parte della TV in questo progetto ))))

Ma sono passati 2 anni, e mi sono fatto corrompere con l’opportunità di diventare un po’ un peperone pubblico, e allo stesso tempo di vedere per la prima volta nella mia vita «Lo psicologo in diretta»…. Non sono molto sicura di aver bisogno di tutto questo — ma in primavera la vita è noiosa senza amore … quindi perché non forzare la sua ricerca virtuale. e non discutere i successi/fallimenti con una «persona appositamente formata» ))))

per quanto riguarda la ricerca virtuale…

Sono dell’idea che non solo siamo tutti compatibili fisiologicamente in senso letterale,… ma che ci sono molte metà (con cui saremmo caldi e a nostro agio) in giro per il mondo… Cioè, io (noi) non sto cercando una persona specifica,… ma una di loro. Di conseguenza, IMHO, Internet facilita questa ricerca, se non altro per motivi statistici! Ma come in ogni forma di materia funziona la legge di conservazione dell’energia, così qui c’è un «effetto collaterale» — un sacco di tempo perso….

E se il tempo perso sul sito può essere minimizzato da una navigazione razionale dei profili, ignorando le persone inutili e l’iniziativa verso il meglio dei risultati di ricerca per i parametri desiderati, ma senza la perdita di tempo per un incontro non riuscito — e soprattutto per noi, uomini — non può fare!

Voglio dire, se fossi una ragazza, chiamerei in un caffè davanti a casa (da qualche parte nel sud di Butovo) — e scapperei in caso di un carattere infruttuoso… Ma noi, uomini, dobbiamo darci da fare per convincere a un incontro, offrendo qualcosa di speciale o finanziariamente costoso, a stare in «prova» per un paio d’ore dopo il lavoro… e poi fare in modo che il suo «naso» caro corregga l’effetto strumento clone))))

In questi momenti si pensa «@#%%%^

Ma a casa senza ingorghi))))))))))) Ed è necessario continuare a sorridere… Non si può offendere una persona, al massimo farla scendere più vicino alla realtà — se vola tra le nuvole riguardo alla sua persona. Anche se, come si dice, «Chi sono i giudici?». Ecco, per esempio, ora anch’io mi farò spiazzare da uno psicologo… o, come l’ho chiamato prima, Uomo Specialmente Addestrato… e ascolterò la sua opinione, così come quella ragazza dovrebbe smettere di sbavare il naso sulle foto dopo una serie di appuntamenti infruttuosi)).

Non possiamo cambiarci subito… ma spero che almeno stiamo strisciando nella direzione giusta…. A proposito, giovedì ho il mio primo incontro con uno psicologo in carne e ossa… invidiatemi )) !! .. A giudicare dalla voce, la ragazza più dolce … ma non avrò una possibilità — perché sarò costretto a scoprire tutte le carte, e chi ha bisogno di un libro letto ? Esatto — solo per l’anagrafe e la famiglia ) … e questo solo se l’amore non c’è da tempo).

COMMENTO DI IRINA SOLOVYEVA Così, un nuovo partecipante è apparso nel nostro progetto. Il suo primo diario è piuttosto interessante: comprende una varietà di argomenti… Si può notare che si tratta di una persona non solo con una certa esperienza di vita, ma anche incline alla riflessione, cioè alla comprensione di questa esperienza. Il punto non è la quantità di esperienza, ma la capacità di integrarla, di assimilarla. Dopotutto, accade che «Ci sono molti anelli annuali, ma il ceppo è un ceppo…» (A.Knyshev). (A.Knyshev). Allo stesso tempo, la registrazione lascia un’impressione contrastante. Da un lato, c’è molto ragionamento. Dall’altro lato, si ha la sensazione che dietro di loro ci sia un’intera tavolozza di emozioni, ma Pavel non ne parla. Forse questo è dovuto al fatto che è appena diventato un partecipante al progetto, e una certa ansia e chiusura sono naturali in questo caso. O forse questa è una caratteristica permanente di Pavel, che vive più nella sua testa, ma nasconde i suoi sentimenti anche a se stesso… E allora il motivo per cui è ancora in cerca può essere nascosto nella sfera emotiva. In fondo, se chiudiamo i nostri sentimenti, non facciamo entrare nessuno nel nostro cuore. È certamente più sicuro per il cuore… ma solitario. Ulteriori note e il comportamento di Pavel ci daranno un indizio per capire se è così. Anche la sua fantasia di interagire con uno psicologo attira l’attenzione: «Per esempio, sto per essere fatto a pezzi da uno psicologo… o, come l’ho chiamato prima, una Persona Specialmente Addestrata…». E sebbene Pavel ancora una volta non scriva dei suoi sentimenti riguardo all’imminente incontro con uno specialista