I caratteri sono più importanti delle dimensioni

I caratteri sono più importanti delle dimensioni

È emerso che la dimensione del carattere utilizzato per la stampa del testo non ha alcun effetto sulla memorizzazione, anche se molti pensano che più grande è, meglio è. Ma lo stile con cui il testo viene stampato è importante.

Un nuovo studio ha scoperto che le persone ricordano più informazioni quando esaminano un testo scritto non solo con un carattere sconosciuto, ma anche difficile da leggere.

Gli psicologi ritengono che la percezione umana della propria capacità di apprendimento sia spesso errata. Ciò che spesso sembra cristallino in tempi normali, in una situazione di stress — come un esame — è spesso quasi impossibile da recuperare dalla memoria.

Più recentemente, gli scienziati hanno iniziato a scoprire le cause di questo fenomeno e, ove possibile, a trovare una soluzione al problema. Attualmente, secondo gli stessi esperti, sono arrivati vicini alla soluzione.

«Studi come questo permetteranno alle persone di sapere quanto bene sanno quello che sanno. Questo li aiuterà a non ingannarsi», afferma Robert A. Bjork, psicologo dell’Università della California, USA.

Gli errori nei giudizi sul nostro livello di conoscenza si basano in parte sulle più semplici tendenze umane. La maggior parte delle persone è convinta che le nuove conoscenze vengano trattenute in memoria per molto tempo, anche se la pratica dimostra il contrario. Queste convinzioni sono inconsce e vengono messe da parte automaticamente, come hanno dimostrato le ricerche.

In uno studio del 1996 condotto dal Macalester College dell’Università dello Stato di New York, un gruppo di partecipanti ha visto le risposte di un test finale all’inizio degli studi e a quel punto le ha percepite come un insieme di parole incomprensibili. Di conseguenza, questo gruppo di studenti ha ottenuto risultati significativamente peggiori rispetto ai loro «rivali» che non avevano visto le risposte.

«Studiare qualsiasi materiale con le risposte già pronte influisce sull’interpretazione delle domande», sostiene il dottor Bjork. — Non si tiene conto di tutti i dettagli della domanda come si farebbe in assenza di risposte».

Per questo motivo alcuni esaminatori sono sospettosi nei confronti degli studenti che utilizzano alcuni siti web che contengono risposte a domande di esami precedenti. Questo dubbio aiuto può disorientare lo studente.

Una ricerca pubblicata quest’anno sulla rivista Psychological Science ha dimostrato quanto possa essere potente l’influenza dei caratteri. I partecipanti hanno studiato un elenco di parole stampate con caratteri e dimensioni diverse e hanno cercato di prevedere quanto avrebbero ricordato una particolare parola. I partecipanti erano naturalmente sicuri che avrebbero ricordato meglio le parole stampate con caratteri più grandi. I caratteri in generale hanno ricevuto molta meno attenzione.

«Il motivo per cui i caratteri insoliti sono efficaci per la memorizzazione è che ci inducono a pensare più profondamente al materiale», afferma Daniel M. Oppenheimer, psicologo dell’Università di Princeton. — «Siamo in grado di pensare di più a ciò che stiamo imparando senza l’aiuto di stampe elaborate, solo che aumentano la nostra attenzione al testo».

«Gli studenti di oggi sono molto occupati, con troppe cose da fare nella loro vita», dice la dottoressa Björk. — L’uso di caratteri su cui devono riflettere potrebbe aiutarli a ottenere risultati migliori agli esami».

Fonte: NY Times