I bambini sanno di chi fidarsi

I bambini sanno di chi fidarsi

Ogni genitore vi dirà che i propri figli ripetono suoni, espressioni facciali e azioni dopo di loro. Tuttavia, è emerso che non è tutto così semplice: un nuovo studio condotto da esperti della Concordia University (Canada) ha dimostrato che i bambini non imitano una persona che li ha ingannati almeno una volta.

All’esperimento condotto dagli scienziati hanno partecipato 60 bambini di età compresa tra i 13 e i 16 mesi. I bambini sono stati divisi in due gruppi, uno dei quali è stato chiamato a comunicare con un «adulto affidabile» e l’altro con un «ingannatore». Nella prima parte dell’esperimento, i bambini hanno osservato gli adulti che fingevano eccitazione e guardavano nella scatola. Quando il primo gruppo è stato messo alla prova, nel contenitore c’era un giocattolo, mentre nel caso del secondo gruppo la scatola era vuota. Questo esercizio serviva a preparare i bambini a fidarsi o a non fidarsi dell’adulto partner dell’esperimento.

Nella seconda parte dello studio, il partecipante adulto ha premuto un pulsante con la fronte, accendendo così la luce. I bambini hanno avuto la possibilità non solo di seguire le azioni dell’adulto, ma anche di ripeterle.

I ricercatori hanno riscontrato un dato interessante: solo il 34% dei bambini il cui contatto nel primo compito era inaffidabile ha premuto il pulsante con la fronte. Nel frattempo, il 61% dei loro coetanei che hanno trovato il giocattolo nella scatola non ha esitato a ripetere la manipolazione dell’adulto.

«Come i bambini più grandi, i neonati sono in grado non solo di tracciare la storia del comportamento dell’uomo (se è stato sincero quando ha comunicato con loro o ha mentito), ma anche di utilizzarla in ulteriori contatti con lui — afferma la ricercatrice senior del progetto, professoressa del Dipartimento di Psicologia della Concordia University e membro del Centro per lo Studio dello Sviluppo Umano Diana Poulin-Dubois. — In particolare, la maggior parte dei bambini rifiuta categoricamente di imitare chi li ha precedentemente ingannati».

«Il nostro esperimento ha dimostrato che i bambini sono piuttosto inclini a imitare i comportamenti bizzarri di adulti affidabili», aggiunge la coautrice dello studio Ivy Brooker, dottoranda presso il Dipartimento di Psicologia della Concordia University. — D’altra parte, le stesse azioni commesse dal «traditore», interpretate dal bambino come irrazionali, da ripetere non valgono».

Gli scienziati sono estremamente soddisfatti dei risultati. Sono fiduciosi che il loro esperimento sarà un passo importante sulla strada dello studio della psicologia dei bambini.

Fonte: ScienceDaily.com