Ho un marito geloso! «In realtà non hai un marito, hai un padrone…».

«Ho un marito patologicamente geloso, mi controlla costantemente, controlla il mio telefono, c’è una specie di dispositivo in macchina che traccia i miei spostamenti. È così difficile spiegare e giustificare tutto il tempo. Cosa fare?»

A volte la «gelosia patologica» è in realtà un delirio di gelosia, in poche parole una paranoia clinicamente manifesta. Ma questo è relativamente poco comune. Prendiamo quindi la variante più comune, che suggerisce che in realtà non si ha un marito, ma un padrone, e non si è «sposati», si è subordinati, non si è liberi, si è schiavi. È quello che si fa con gli oggetti di proprietà: si installano allarmi, si recintano, si videosorvegliano, li si protegge dall’invasione altrui. E a molte donne piace: piace il modo in cui decorano la loro «facciata» con i gioielli, come se ne vantano di fronte ad amici e concorrenti, piace persino il modo in cui sono protette dal «furto» (gelosia). Ciò che è ancora più sorprendente è che queste donne — «oggetti di proprietà» — si allenano a prepararsi al fatto che quando diventeranno «obsolete» saranno «sostituite da nuove», e quindi cercano di prolungare la loro «durata» in ogni modo possibile.

Sanno che più andranno avanti, più «scenderanno di valore» e presto dovranno essere «venduti» a un nuovo proprietario meno esigente in fatto di «novità e qualità del prodotto». È così che vivono molte, moltissime persone. Decidete voi stessi: siete una di loro o siete ancora una donna, una di quelle che nel corso della storia dell’umanità hanno ispirato le grandi conquiste di guerrieri, poeti e scienziati, che sposandosi hanno trovato comprensione, assistenza e sostegno, non sospetto, umiliazione e persecuzione. Il vostro problema è descritto al meglio dallo psicoterapeuta Mikhail Litvak: «Donne, se un uomo è geloso di voi, quindi, vi considera una puttana. Pensate se è il caso di vivere con lui. Ma non cercate scuse, perché non siete colpevoli di nulla. Basta che vi mettiate a vivere con un uomo geloso. Se il vostro partner in amore vi distrae dagli affari, vi rimprovera, è geloso, in generale, ostacola il vostro sviluppo, quindi, non vi ama. Quando comunicate con una persona, decidete se è buona o cattiva. Se decidete che è cattiva, smettete di comunicare con lei. Se decidete che è buono, allora non prendetevela per le piccole cose».