Gore ti vede

Horus ti vede!

Gli scienziati giapponesi hanno scoperto che il grado di comportamento altruistico di una persona è direttamente correlato al grado di anonimato della situazione. Qualsiasi accenno all’idea di essere osservati spinge le persone a essere più generose, più gentili e più tolleranti nei confronti delle persone e degli eventi che le circondano. Gli studi degli psicologi giapponesi hanno dimostrato che questa percezione della psiche umana è dovuta a due motivi principali: la paura di essere puniti o condannati per un comportamento indegno e, al contrario, l’aspettativa di gratitudine e di lode per le buone azioni.

Gli scienziati hanno condotto diversi test, che in sostanza assomigliano al famoso test del «dittatore». Sessantadue studenti dell’Università di Kyoto hanno partecipato volontariamente all’esperimento. In condizioni di completo anonimato (i partecipanti erano convinti che le loro azioni non sarebbero state osservate da nessuno) è stato proposto loro di entrare in una stanza dove erano state lasciate 7 monete da 100 yen (circa 250 rubli) in una busta. La persona era sicura di avere un certo avversario al quale poteva lasciare una certa somma di denaro a piacimento, come si dice, sulla coscienza. Il partecipante poteva prendere per sé la somma rimanente. L’esperimento è stato progettato in modo tale che il soggetto non incontrasse né lo sperimentatore che ha portato la busta nella stanza né quello che l’ha presa dopo l’esperimento. Questa misura aveva lo scopo di confermare al soggetto che si trovava in condizioni di assoluto anonimato.

Nella metà dei casi, sul tavolo di fronte al soggetto è stato posto uno specchio, sulla cui superficie sono stati disegnati i cosiddetti «occhi di Horus» (1) . I risultati del test hanno mostrato che nei casi in cui lo specchio «guardava» i soggetti, questi lasciavano significativamente più denaro rispetto alla «completa solitudine».

Gli esperimenti non sono finiti qui. Gli scienziati hanno dimostrato che se un’immagine composta da tre punti, convenzionalmente simile a una faccina sorridente, viene appesa davanti agli impiegati di un ufficio, l’efficienza dei dipendenti aumenta. La persona si rende conto inconsciamente della probabilità di essere osservata e cerca di svolgere il proprio lavoro con maggiore attenzione.

(1) Wadjet (anche occhio di Ra o occhio di Horus) è un antico simbolo egizio, l’occhio sinistro del falco del dio Horus, che fu messo fuori uso nella sua battaglia con Seth. L’occhio destro di Horus simboleggiava il Sole e quello sinistro la Luna; il suo danneggiamento era spiegato dalle fasi lunari. L’occhio, guarito dal dio Thoth, divenne un potente amuleto indossato da molti egizi, sia faraoni che gente comune. Rappresentava vari aspetti dell’ordine divino del mondo, dalla regalità alla fertilità. (c) Wikipedia