Gestire il proprio stile di vita

Gestione dello stile di vita

Ogni persona può gestire il proprio stile di vita, come afferma la creatrice di immagini Svetlana Grafskaya: basta rendersi conto dei propri desideri e pensare se si è felici del proprio stile di vita. Non solo le domande a se stessi, ma anche i film e la musica preferiti vi aiuteranno a capirlo.

Cominciamo con un piccolo test. Pensate per un momento: a che ritmo vivete? Come si svolge di solito la vostra giornata, settimana o mese? Quali eventi riempiono la vostra vita? Quali sono le vostre attività professionali? Partecipate a progetti sociali? E ora una domanda! Quanto siete soddisfatti del vostro stile di vita? Posso indovinare le vostre risposte:

1. La cosa principale ora è guadagnare soldi, fare carriera, finire il progetto e aspettare che il bambino cresca. Saremo felici più tardi.

2. Qualcosa mi piace nella vita e qualcosa no.

3. Il solito stile di vita mi va bene, forse perché non so come cambiare i miei obiettivi, non mi sembra di avere altre alternative.

4. Sto benissimo: armonia, equilibrio e felicità in tutto.

REALIZZARE I DESIDERI

Queste domande e le risposte ricevute vi aiuteranno a riflettere e a capire la vostra soddisfazione di vita e saranno il primo passo per gestire il vostro stile di vita. Molte persone possono non rendersi conto per un certo periodo di tempo di quali siano le aree della loro vita più importanti. Pensate ai carrieristi: l’importanza della loro vita personale o spirituale passa in secondo o terzo piano. Spesso siamo così profondamente risucchiati dalla routine quotidiana che il motivo si sposta verso l’obiettivo descritto dallo psicologo Alexei Leontiev. Ad esempio, si ha bisogno di un lavoro per avere i soldi per viaggiare. Ma con il passare del tempo ci si sforza di guadagnare sempre più soldi per il proprio tornaconto. Ora il vostro motivo trainante diventa il lavoro e il denaro. Ripensate ai vostri studi. Avete frequentato l’università per diventare un eccellente specialista. Ma, come spesso accade, vi siete fatti prendere dalla ricerca della sufficienza e forse anche del diploma rosso. Anche questo è uno spostamento del motivo verso l’obiettivo.

Si può cercare di coprire tutto in una volta, ma è improbabile che sia comodo e che porti ai risultati desiderati. Chiedetevi: cosa devo cambiare esattamente nella mia vita per renderla più luminosa? A volte basta andare a ballare o fare yoga e subito ci si sente più attraenti ed energici.

CAMBIARE IL RITMO DELLA VITA

Il ritmo di vita individuale è direttamente collegato al nostro temperamento. Se siete collerici e lavorate in ufficio come contabili, l’energia in eccesso che avete accumulato può essere liberata in modi imprevedibili.

Potete capire quale tipo di ritmo vi si addice dalla musica che preferite o rifiutate. Vi piace la musica veloce o lenta, con ritmo uniforme o confuso, a una o più parti? C’è chi adora il jazz e chi, al contrario, si addormenta subito al suo ascolto. Questo determinerà la tendenza al multitasking, per esempio, o la necessità di provare un’intera gamma di emozioni allo stesso tempo. Il tempo preferito può essere determinato anche dai film preferiti. Prestate attenzione alla velocità con cui la trama si svolge, gli eventi, le inquadrature e i personaggi cambiano. Le vostre esigenze e i vostri desideri sono racchiusi in queste preferenze.

Che tipo di film vi piacciono? Ogni film ha un ritmo di base oltre alla trama; prestando attenzione ad esso, si possono trarre alcune interessanti conclusioni sullo stile e sul ritmo di vita che ci è congeniale. Nella commedia, tutto è facile e accelerato, il ritmo è esterno. Nel dramma, c’è necessariamente una tensione interna. Nei thriller, il ritmo è accelerato e concitato, con un freno esterno. C’è un senso di calma minacciosa prima del pericolo (ricordate l’accompagnamento musicale, che traccia l’attesa dei guai). O forse vi piace l’avventura, l’azione? Questi generi cinematografici sono caratterizzati da un’esplosione interna di energia e adrenalina in un piano d’azione esterno.

Ognuno di voi sceglierà i generi che si adattano al proprio stile di vita ideale o a quello reale. Ad esempio, chi ama i thriller e gli horror ha segretamente bisogno di un doping emotivo. Cosa se non la paura e l’adrenalina possono risvegliare il dormiente? La vita degli amanti della commedia non è sempre divertente come i film di questo genere. Ma più le circostanze della realtà sono difficili, più si vuole vivere virtualmente e sentire la leggerezza dell’essere. La capacità di ridere durante le commedie parla di una risorsa interiore e di forza d’animo. Anche quando nella vita non tutto è così gioioso. Vale la pena prestare attenzione a quei momenti in cui si è attratti dai melodrammi romantici. A volte è una compensazione per la mancanza di esperienze sensuali nel mondo reale. Può essere un segnale della mancanza di intimità emotiva nel rapporto con il partner. Chi ha accumulato molti sentimenti ma ha paura di esprimerli: le conseguenze sono sconosciute! Quando si vivono circostanze tragiche, si ha un rilascio dell’energia accumulata attraverso l’identificazione con i personaggi.

MODELLARE L’AMBIENTE

Avete messo in ordine i vostri desideri, determinato un ritmo confortevole per voi, e ora è il momento di pensare all’ambiente che vi circonda. Si ritiene che sia importante per una persona circondarsi di tre categorie di persone. In primo luogo, gli studenti. Per alcuni criteri sono inferiori alla vostra professionalità, saggezza o abilità creativa. Accanto agli studenti ci si rivela un mentore: si trasmettono informazioni, si insegna o si sostiene direttamente o indirettamente.

In secondo luogo, gli insegnanti. Si tratta di figure autorevoli su questioni che sono significative per voi. Potete guardare a loro per avere sostegno e incoraggiamento. Terzo, i vostri coetanei. Possono essere amici, colleghi, compagni di classe. Come avrete già notato, questa divisione è condizionale. I nostri amici possono talvolta fungere da insegnanti e gli studenti possono essere alla pari con noi in alcune situazioni.

Non si tratta solo delle persone che vi circondano, ma anche delle cose importanti. Prestate attenzione allo spazio in cui vivete. Quanto è un’estensione di voi? Un’estensione della vostra famiglia? C’è uno spazio all’interno della vostra casa che appartiene solo a voi? Se non c’è, vale la pena di crearne uno. Prestate attenzione ai luoghi in cui vi trovate più spesso. Quali emozioni e sensazioni suscita in voi l’ambiente e l’atmosfera di quello spazio?

Osservate i vostri oggetti in casa o sul posto di lavoro. Ripensate a come li avete ricevuti, a quali ricordi evocano, alla loro storia? E ora guardatevi intorno: quanti oggetti ci sono che hanno anch’essi una loro storia, che influenza l’inconscio della nostra psiche! Siate esploratori del vostro stile di vita e questo vi aiuterà a gestirlo in modo efficace.

Lo stile di vita è un intero sistema di manifestazioni individuali del vostro sé nello spazio e nel tempo. L’armonia si ha quando l’intero stile di vita è in linea con le vostre aspirazioni. La gestione dello stile di vita è un’eccellente psicoterapia basata sull’idea di potenziamento di sé. È in questo processo che si comincia a sentire l’energia creativa e l’interezza. Cosa c’è di più reale di ciò che è già incarnato nel mondo esterno?