Due volti di una persona

Два лица одного человека

Spesso veniamo a conoscenza di studi curiosi, ma non sempre riusciamo a capire se crederci o meno. Naturalmente, è meglio verificare. E a volte capita un’occasione del genere. La redazione della rivista «Our Psychology», insieme al Mindware Lab, è riuscita a dimostrare che le donne sono più attente degli uomini.

Allora, informazioni di base. Gli scienziati canadesi (Heisz, Pottruff & Shore, 2013) si sono chiesti perché le donne riconoscono i volti meglio degli uomini. Gli sperimentatori hanno mostrato a uomini e donne un gran numero di fotografie registrando i movimenti oculari e le fissazioni con uno speciale dispositivo, un «eye tracker «*.

*L’eye tracker è un dispositivo utilizzato per determinare l’orientamento dell’asse ottico del bulbo oculare nello spazio (cioè per il tracciamento degli occhi). La sequenza dei movimenti della pupilla viene tracciata e registrata graficamente. Gli Aitracker sono utilizzati nella ricerca sul sistema visivo, nella psicologia, nella linguistica cognitiva e nella ricerca sull’usabilità.

È emerso che le donne fissano lo sguardo su un’immagine più spesso degli uomini e questo è fondamentale per ricordare un volto. È emerso che la differenza tra uomini e donne è evidente innanzitutto quando vediamo per la prima volta una persona sconosciuta. È a questo punto che le donne vedono più degli uomini.

Tuttavia, quando lo stesso volto ci appare davanti più volte, la differenza diventa insignificante. Gli uomini iniziano a riconoscere i volti allo stesso livello delle donne. I ricercatori consigliano agli uomini di imparare il modo di percezione «femminile»: guardare un po’ meno il naso di una persona e un po’ più la bocca.

Abbiamo deciso di utilizzare le copertine della rivista Our Psychology per testare i risultati dell’esperimento. Durante la Settimana del marketing russo, il nostro gruppo di ricerca ha invitato i partecipanti alla conferenza a prendere parte a un curioso esperimento. I soggetti erano seduti davanti a un grande monitor dotato di un modulo «i-tracker». Sono stati sottoposti a una procedura di regolazione: hanno guardato un cerchio blu che saltava sullo schermo. Tutti i movimenti oculari sono stati registrati dal dispositivo. Poi 15 uomini e 15 donne hanno guardato per cinque secondi i volti degli eroi sulle copertine della nostra rivista. Non erano previsti compiti di memorizzazione e i volti potevano essere familiari ai partecipanti. Le foto mostrano che lo sguardo delle donne fissava la maggior parte del volto, mentre nel caso degli uomini molte parti del viso rimanevano oscurate.

Quindi, se siete uomini e volete migliorare le vostre capacità di attenzione, dovete guardare il volto di uno sconosciuto con più vigore, cercando di catturare il maggior numero di informazioni possibili, prestando attenzione alla zona della bocca. Gli occhi e il naso sono quelli che guarderete comunque. Chissà, forse iniziando a guardare il volto delle persone come fanno le donne, riuscirete a capirle meglio?

Heisz J. J., Pottruff M. M., Shore D. I. Le femmine scansionano più dei maschi: un potenziale meccanismo per le differenze di sesso nella memoria di riconoscimento // Psychological Science. 2013. 24 (7). 1157-1163.