Consultazione, 7 settembre 2011

* l’immagine è cliccabile

Studiando la sua scrittura, innanzitutto vorrei notare che lei è sociale, attivo, intelligente, dimostra fiducia in se stesso, ha un sistema formato di principi di vita.

Siete realisti, non vi librate nelle nuvole, siete pratici nella vita, ma conservatori e cercate di attenervi a modi familiari di risolvere i problemi, diffidate del nuovo, cercate di circondarvi di istruzioni, spesso siete iperassicurati. In caso di forza maggiore, in assenza di un piano d’azione, le circostanze possono essere confuse.

Nel lavoro è energico, molto responsabile e coscienzioso dei propri doveri, molto disciplinato. Sempre impegnati in qualcosa, non siete tipici della pigrizia o dell’ozio. Siete assidui, attenti, ben concentrati, pazienti. Sviluppate la propositività, vi sforzate di pianificare e di essere coerenti nel lavoro. Per voi è importante che il vostro lavoro sia connesso con le persone e porti benefici sociali.

Per voi le valutazioni delle persone che vi circondano hanno un grande valore, per amore delle quali vi sforzate di fare la «giusta» impressione, ma non vi permettete di essere diretti, tenete dentro di voi i vostri veri pensieri ed emozioni, dubitando di non essere compresi o accettati. Cercate di piacere, avete bisogno di essere lodati, rispettati e sostenuti.

Cercate la socializzazione e le relazioni. Per voi è importante essere socialmente normativi, cioè soddisfare i requisiti e gli standard accettati dalla società. Nella comunicazione avete tatto, siete educati, mantenete le distanze. Come ho già detto, la vostra immagine è di grande importanza per voi, inoltre vi è peculiare valutare le persone intorno a voi in base alla loro immagine, alle loro manifestazioni esterne. A questo proposito siete soggettivi, non abbastanza flessibili nella comunicazione, è difficile cambiare la vostra opinione su una persona, potete sottovalutare o sopravvalutare le persone.

Avete sviluppato il cosiddetto perfezionismo, a causa del quale siete molto tesi, molto critici ed esigenti con voi stessi, non vi concedete debolezze, reagite dolorosamente ai commenti. Sviluppato senso del dovere e della giustizia. L’autocontrollo costante e il controllo sul mondo che vi circonda, i giudizi valutativi e categorici, così come i principi che vi sono propri, al momento sono già fuori scala. È auspicabile che padroneggiate le tecniche di rilassamento, che vi sia più facile relazionarvi con le valutazioni degli altri, che amiate voi stessi, che non abbaiate per gli errori e che perdoniate le debolezze.

PIAZZE WARTEGG

* l’immagine è cliccabile

Quadrato 1: siete femminili e sensibili, vi piace ricevere segni di attenzione, cercate la bellezza e l’armonia intorno a voi. Si dipende dall’opinione degli altri e dalle loro valutazioni.

Quadrato 2: si esprime la rilevanza delle relazioni di coppia.

Quadrato 3: in questo momento per voi il valore più attuale ha le relazioni familiari, l’armonia in casa, la decisione delle questioni domestiche. È in questa sfera che concentrate i vostri sforzi e vi sforzate di realizzare voi stessi.

Quadrato 4: cercate di razionalizzare i sentimenti di paura e di ansia — teneteli sotto controllo, spesso sopprimeteli.

Quadrato 5: avete un inizio attivo in voi, ma al momento le azioni attive per il raggiungimento dell’obiettivo attuale (vedi quadrato 3) causano emozioni negative legate all’ansia, forse alla delusione e persino al dolore (psicologico).

Quadrato 6: vi sforzate di comunicare, di avere relazioni, ma al momento siete più che altro osservatori della vita sociale che vi circonda.

Quadrato 7: tendete a reprimere le emozioni e la vostra sensibilità, sviluppando l’autocontrollo. Non vi permettete di essere diretti nell’espressione di voi stessi, forse considerando le emozioni una debolezza.

Quadrato 8: attualmente vi sentite osservati (controllati, valutati, discussi…). Questo può esprimersi nel bisogno di soddisfare le aspettative delle persone che vi circondano, nell’eccessiva preoccupazione per un’immagine perfetta, nella sottovalutazione di voi stessi, forse in un senso di colpa. Inoltre, una soluzione di questo quadrato indica una percezione visiva sviluppata.