Concorso. «Nella controversia nasce… la controversia o la verità? «

Le controversie e le discussioni, che periodicamente sfociano in conflitti e litigi, accompagnano molto spesso le relazioni umane. Spesso accade che il motivo di una controversia non sia un motivo oggettivo e di peso, e che sorga solo «a causa» delle caratteristiche personali delle persone coinvolte, dello spirito di contraddizione che spinge a «discutere per il gusto di discutere».

Quindi, la domanda:

Quale degli autori degli scritti presentati qui di seguito crede che ci siano solo due opinioni — la sua e quella sbagliata, ha uno spirito di contraddizione aggravato, un carattere ribelle e presuntuoso, è ansioso di protestare e dimostrare a tutti quelli che lo circondano la sua giustezza, spesso porta la disputa al conflitto in modo brusco e aggressivo, chi «litiga per il gusto di litigare»?

Provate ad argomentare la vostra risposta con segni grafici.

I commenti al concorso saranno accettati fino al 20 novembre 2011.

1/

2/

3/

Per la risposta più corretta e dettagliata che spieghi le conclusioni — in regalo uno dei libri della collana «Psicologia della scrittura» di Inessa Goldberg.

Per coloro che desiderano studiare l’analisi grafologica: 20% di sconto sul corso a tempo pieno «Grafologia per principianti», 15 lezioni (valido per i residenti a Mosca). 15 lezioni (valide per i residenti di Mosca ed Ekaterinburg).

COMMENTO DEL GRAFOLOGO

Il «litigante per il gusto di litigare» è una persona presuntuosa e conflittuale, con un forte spirito di contraddizione e fiducia in se stessa, un temperamento impulsivo, aggressivo, a volte persino antisociale.

Caratteristiche distintive della calligrafia di questa persona:

— espressione su un foglio di carta, dominanza dell’inizio attivo, alta velocità di scrittura;

— impressione generale della calligrafia — nitida, tagliente, pungente;

— bassa leggibilità (la persona ignora la comprensione reciproca, la componente sociale della comunicazione) e organizzazione caotica del testo sul foglio;

— abbondanza di angoli, tratti, tratti netti diretti a destra (verso l’altra persona, verso l’interlocutore) e che penetrano anche nella riga successiva — violando in modo aggressivo lo spazio personale dell’altra persona;

— le linee ascendenti e l’incostanza dei segni grafici (pendenza, dimensione, larghezza, ecc.), in questo caso indicano eccitazione emotiva, resistenza allo stress;

— tutti questi segni sono aggravati da una forte pressione, che testimonia la vitalità di una persona.

Tutti questi segni si possono osservare nella grafia 2.

Grafia 1 — l’autore della grafia è una persona piuttosto equilibrata, paziente, in grado di condurre correttamente una discussione — entra facilmente in contatto, ascolta e ascolta l’avversario, ha un’opinione indipendente, ha fiducia in se stesso e diplomazia. Questa persona ha un’assertività ben sviluppata — la capacità di difendere la propria opinione in una disputa o in un conflitto mantenendo relazioni armoniose e rispettose con gli altri.

Grafia 3 — l’autore di questa grafia è estremamente difficile da «agganciare» in una disputa — è debole energicamente, superficiale, passivo, privo di iniziativa, semplicemente non ha a che fare «né con la disputa né con la verità», e non ha nemmeno la forza e il desiderio di dimostrare qualcosa a nessuno.

La risposta corretta è la grafia 2.

Ci sono molte risposte corrette, ma Jennybel ha percepito la differenza e ha descritto i segni grafici in modo più accurato, e la dichiariamo vincitrice. Congratulazioni!

Per ricevere il premio, contattateci all’indirizzo info@psyh.ru.

Tatiana Ivkova