Bruciatura digitale

Bruciatura digitale

Una recente ricerca condotta da psicologi dell’Università di Chicago ha dimostrato che il cervello umano reagisce alla paura e all’eccitazione prima di un esame di matematica nello stesso modo in cui reagisce al dolore. A un gruppo di volontari con problemi di matematica è stato chiesto di completare una serie di test testuali e matematici. Utilizzando un metodo di scansione cerebrale a risonanza magnetica, gli scienziati hanno scoperto che l’eccitazione e l’ansia prima di un test di matematica provocavano l’attivazione della stessa area del cervello che risponde al dolore. «In una persona che ha problemi con la matematica, la paura e l’eccitazione in previsione di un test innescano la stessa risposta cerebrale di una scottatura dovuta al contatto con una pentola calda», spiega il ricercatore e psicologo Sean Baylock, e osserva che l’ansia può iniziare molto prima della scadenza dei compiti. Le persone che hanno problemi con la matematica tendono a evitare la materia a scuola, a rinunciare a situazioni di vita che richiedono abilità matematiche e a scegliere in seguito carriere non correlate all’informatica, e questo è direttamente collegato a sensazioni spiacevoli e dolorose, sottolineano i ricercatori.

I ricercatori ritengono che tale ansia debba essere affrontata come qualsiasi altra fobia, insegnando a controllare le emozioni e a superare lo stress. Ad esempio, è utile scrivere dettagliatamente i propri sentimenti prima degli esami, il che permetterà di liberarsi almeno in parte della paura e di ottenere risultati migliori nei compiti d’esame.

Da psychcentral.com