Amore tardivo e sindrome del nido vuoto

Amore tardivo e sindrome del

Le persone con orientamento edonistico (che mirano al piacere e alla convenienza) hanno bisogno di qualcuno che si prenda costantemente cura di loro, soddisfacendo tutti i loro bisogni. Non è raro vedere coppie mature create di recente: un uomo edonista e una donna intollerante alla solitudine. Ebbene, queste relazioni hanno il diritto di esistere, ma solo per amare non hanno nulla da fare.

Quando le persone invecchiano, il bisogno di essere interessanti per gli altri non viene meno. Inoltre, affinché il processo abbia successo, hanno accumulato un bagaglio di saggezza che permette loro di essere più tolleranti nei confronti del partner, oltre a capacità di comunicazione affinate nel corso degli anni. Tutto questo, unito alla «disponibilità ad amare», crea un’ottima base per una nuova relazione.

SESSO, VECCHIAIA E MORTE

La tarda età adulta e la vecchiaia sono un momento in cui si riflette sulla vita in modo particolarmente profondo, si analizza il proprio posto in essa e si tirano le somme. Riconoscendo l’inevitabilità della morte e di coloro che amiamo, cerchiamo inconsciamente di separarci da tutto l’orrore ad essa associato. Così facendo, il sesso assume un significato speciale e mistico in questo processo. Ma è sbagliato pensare che l’amore tardivo sia solo un’attrazione sessuale, una sorta di talismano della giovinezza, anche se il ruolo del sesso a questa età non va sminuito.

L’amore tardivo permette di «accordarsi» con il resto della vita: la solitudine è «curata» dalla nascita di un nuovo «noi», l’amore dà prospettive per il futuro, riempiendo la vita di significato. Pertanto, l’amore in tarda età è una meravigliosa opportunità per superare le esperienze negative associate all’invecchiamento, per migliorare la qualità della vita. Non è un’assurdità, non è affatto strano, ma è la strada giusta per una psiche sana, per conservare la giovinezza dello spirito.

E UN PO’ DI PIÙ SULL’AMORE…

L’amore che arriva tardi è particolarmente apprezzato e spesso viene percepito non solo come «tardivo» ma anche come «ultimo». Ecco perché l’esperienza è così acuta e si desidera tanto conservarla. L’amore non è solo un sentimento, ma anche un lavoro sul sentimento. Deve essere trattato con cura come un fiore: curarlo, prendersene cura. Se siete ancora giovani e i vostri genitori (o anche i vostri nonni) stanno vivendo un sentimento simile, siate delicati. Non calpestate il tenero germoglio.

L’amore di zia Zina La mia vicina di casa, zia Zina, era una donna anziana, sola e stanca di circa 65 anni. Ma un giorno subì un interessante cambiamento. Zia Zina si trasformò in qualche modo, prima internamente e poi esternamente. Il suo sguardo divenne radioso, malizioso e un po’ civettuolo anche quando si limitava a salutare i vicini. La sua schiena si raddrizzò e divenne chiaro che il suo fisico non era affatto male. Zia Zina cominciò a truccarsi, prima le labbra e poi gli occhi. E poi indossò i pantaloni! Erano pantaloni classici, così inaspettati per una donna che aveva sempre indossato gonne da «pensionata» (dritte, fino a metà stinco). Si fermò seduta sulla panchina vicino all’ingresso, i vicini si stupirono e fecero ipotesi. Si scoprì che zia Zina si era innamorata! Questo argomento fu il primo per il «kumushki» di quartiere per diversi mesi. E poi zia Zina e il suo amante cominciarono a vivere insieme. Lui si rivelò essere un uomo elegante, di qualche anno più vecchio di lei. Si vedono spesso insieme, si tengono sempre per mano e, secondo me, sono molto felici.

Io e mio marito abbiamo vissuto insieme per 27 anni e tre anni fa si è innamorato. Ho provato in tutti i modi a riconquistarlo, ma il risultato è stato che ha smesso di accorgersi di me. Al momento l'»amore» è finito, ma con me non funziona nulla. Ho già accettato di divorziare, per non vedere la sua indifferenza. In fondo, con dolore capisco che non posso più stare in casa al posto dei mobili… Vale la pena di mantenere i rapporti familiari? Irina, 52 anni

Abbiamo una radura nel bosco, dove si riuniscono i pensionati. Organizziamo incontri, portiamo una fisarmonica o un registratore, cantiamo canzoni, giochiamo a carte e a domino. Le donne, vestite a festa, si riuniscono in gruppi e discutono di qualche bellezza. E gli uomini, come a ogni età, si comportano in modo diverso: qualcuno insegue più uomini contemporaneamente, portando passioni quasi seriali nella nostra pace forestale, qualcuno «non si accorge» delle donne, e qualcuno si innamora per davvero. Abbiamo persino celebrato alcuni matrimoni! Pavel, 67 anni